menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoglienza migranti, Fassino: "Dall'Anci un piano per 4mila Comuni"

Fassino: "Per costruire una società multietnica e governare i flussi migratori non basta lo spirito di fratellanza ma serve una politica che sappia conciliare al meglio le aspettative di chi fugge"

Saranno 4mila i Comuni italiani che saranno destinati ad accogliere i migranti in quella che è una delle emergenze più sentite degli ultimi tempi. Il piano sarà presentato dall'Anci nei prossimi mesi e prevede che l'accoglienza e l'integrazione dei profughi faccia maggiormente capo alle amministrazioni comunali, passando di fatto dai 700 Comuni attualmente coinvolti a 4mila.

A pronunciarsi sull'argomento è stato il sindaco di Torino e presidente dell'Anci Piero Fassino al convegno svoltosi stamne al Lingotto "Verso un sistema comune dell'asilo" con il quale si sono aperti i lavori dell'assemblea nazionale dell'Anci (in programma fino a venerdì).

"Per costruire una società multietnica e governare i flussi migratori che sono un dato strutturale e non transitorio della nostra epoca - ha dichiarato Fassino - non basta lo spirito di fratellanza ma serve una politica che sappia conciliare al meglio le aspettative di chi fugge alla ricerca di un futuro migliore, e di chi è portato alla diffidenza verso abitudini e situazioni che spesso non conosce".

Secondo Fassino, tuttavia, le criticità legate al tema dell'accoglienza sono da ricercarsi nei sistemi paralleli messi in capo quando si tratta di ospitare i migranti: "Abbiamo lo Sprar che coesiste coi centri di emergenza organizzati dalle prefetture - continua Fassino -. A parere dei Comuni bisogna assolutamente rafforzare il primo sistema, dove si realizza un percorso di integrazione, con un ampliamento dei posti, possibile grazie ad un bando che lo allarga fino a 10 mila posti. Anche se molto dipende anche dalla possibilità di coinvolgere nella rete il maggior numero possibile di Comuni, e su questo come associazione ci stiamo attivando al massimo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento