Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica Villaretto

Abusivismo al Villaretto, Magliano: "Uno schiaffo ai cittadini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Dal 2006 non si riesce a venire a capo di un vero e proprio villaggio abusivo al Villaretto: pur essendo noti tanto al Comune quanto alle forze dell’ordine, per ora non sono stati abbattuti, tantomeno pagano IMU e altre tariffe. Uno schiaffo a tutti i cittadini onesti che, magari, per condonare un errore, hanno pagato fior di quattrini e che ora si vedono anche respingere la pratica

Rispondendo alla mia interpellanza su un vero e proprio villaggio abusivo composto da piccole villette sorto al Villaretto, l'Assessore Tedesco ricorda come i responsabili siano stati denunciati e gli edifici posti sotto sequestro: attualmente, però, i locali sono abitati da circa 30 unità. Un solo edificio è stato abbattuto.

Il 20 novembre 2006 il servizio ICI (allora) richiedeva un sopralluogo alla Polizia Giudiziaria: l'esito dei sopralluoghi veniva trasmesso nel febbraio 2007 tanto alla divisione Urbanistica (settore Vigilanza edilizia), quanto al catasto. Venivano quindi inviate le notifiche ai sensi della Legge Finanziaria del 2005 che chiedeva l'accatastamento degli edifici, notifiche mai ritirate e ritornate al mittente. A tutt'oggi gli edifici non risultano accatastati. Sarebbe in corso l'iter per la richiesta dell'ordinanza di demolizione.

Una situazione che mi lascia allibito. Mi chiedo, infatti, come mai queste case non siano ancora state né accatastate, né abbattute: mi chiedo come sia possibile che, dopo avere offerto a queste persone la possibilità di sanare l'abusivismo senza che queste lo accogliessero, oggi siamo ancora qui a parlarne, mentre a cittadini per bene vengono negati i condoni richiesti dieci anni fa. Ma chi è che deve intervenire, chi deve andare fisicamente lì ad abbattere quelle case? Perché ancora non si è giunti a capo di una vicenda che si trascina da anni sotto gli occhi di cittadini onesti che lavorano e che sono stati costretti, giustamente per carità, a pagare somme anche ingenti per una pratica a cui il Comune in molti casi non ha ancora neppure risposto. Le regole, come sempre in questa città, valgono solo per alcuni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo al Villaretto, Magliano: "Uno schiaffo ai cittadini"

TorinoToday è in caricamento