Sabato, 25 Settembre 2021
Politica Mirafiori Nord

Rilancio e sviluppo industriale di Torino e del Piemonte, Appendino e Cirio: “Dal Governo prime risposte positive”

Al centro del vertice di oggi innanzitutto il futuro dell’automotive. Concordato il programma di lavoro per l’autunno

Dopo il vertice che le Istituzioni piemontesi hanno avuto la scorsa settimana (martedì 27 luglio) a Palazzo Chigi, durante il quale è stato consegnato al presidente del Consiglio Mario Draghi il dossier per il rilancio e lo sviluppo industriale del territorio, oggi si è svolto un altro incontro. Questa mattina in videocollegamento erano presenti il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, la sindaca di Torino e della Città metropolitana Chiara Appendino e la vicepresidente del Senato Anna Rossomando con il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e il viceministro Gilberto Pichetto. Presenti anche gli assessori alle Attività produttive di Regione e Comune Andrea Tronzano e Alberto Sacco.

Stellantis, Intel e filiera dell’aerospazio

Al centro del vertice di oggi innanzitutto il futuro dell’automotive, un settore che in Piemonte dà lavoro a oltre 75mila persone. Regione Piemonte e Comune di Torino fanno sapere che è stata accolta la richiesta di tenere all’inizio di settembre un confronto che verrà convocato dal ministro Giorgetti con Stellantis e le Istituzioni piemontesi per avere garanzie sui progetti di sviluppo dell’azienda sul territorio.

A proposito delle nuove opportunità nell’ambito della componentistica, in particolare, il ministro Giorgetti ha confermato ai rappresentanti locali che l’area di Torino rappresenta la candidatura italiana con le caratteristiche migliori per diventare la sede del nuovo stabilimento europeo di Intel. Su questo punto è arrivata a stretto giro la precisazione del candidato sindaco di Torino per il centrodestra Paolo Damilano: "La fabbrica Intel è una sfida chiave per il futuro di Torino. Il ministro Giorgetti parla di Mirafiori sottolineando che soddisfa tutti i requisiti, ma specifica che Torino non è l’unica candidata, che non bisogna creare facili aspettative ed entusiasmi. Giorgetti ha messo sul piatto con la consueta concretezza un’occasione. Ora tutto il sistema Torino, tutte le forze politiche, economiche e culturali devono scendere in campo per vincere una sfida destinata a cambiare la storia e le opportunità della nostra città".  

“Il Governo, inoltre, procederà nei tempi previsti alla nomina del Comitato di coordinamento per la costituzione della Fondazione per l’intelligenza artificiale, per la quale è stato anticipato che oggi verrà inviata la proposta del territorio. È stato anche ribadito che la filiera dell’aerospazio potrà contare sulle risorse del PNRR, un altro ambito su cui il Piemonte ha grande tradizione, competenze e professionalità, ed è stata evidenziata la competitività del territorio per quanto riguarda l’idrogeno”, spiegano da Regione e Città di Torino.

Al termine del confronto il presidente Cirio, la sindaca Appendino e la vicepresidente Rossomando hanno affermato che: “Si è trattato di una riunione positiva, che ha fornito prime risposte utili alle richieste provenienti dal territorio per avviare un piano di lavoro concreto con il Governo. Subito dopo Ferragosto ci ritroveremo nuovamente con tutti i rappresentanti del mondo imprenditoriale e dei lavoratori per fissare i prossimi passi di questo lavoro che guarda con fermezza allo sviluppo di Torino e del Piemonte”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilancio e sviluppo industriale di Torino e del Piemonte, Appendino e Cirio: “Dal Governo prime risposte positive”

TorinoToday è in caricamento