Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

Quando è previsto il passaggio da zona rossa a arancione

“Prudenza, prudenza, prudenza” chiede Alberto Cirio in vista del passaggio da zona rossa a zona arancione. Il presidente della Regione Piemonte rivela che finalmente l’indice RT della velocità di contagio è sceso sotto 1: quando eravamo entrati in zona rossa era 2,16 (inizio novembre).   

Con meno ricoveri e meno contagi, il Piemonte si prepara a diventare zona arancione (le regole), probabilmente dalla metà della prossima settimana. Si tende a indicare mercoledì 2 dicembre, ma nei prossimi giorni la data diventerà certa così come eventuali e ulteriori linee guida dettate da possibili nuovi DPCM o ordinanze regionali.     

Ieri intanto il Presidente della Regione ha convocato in videoconferenza una riunione con i Prefetti, i Presidenti di tutte le province piemontesi e i Sindaci di Città capoluogo di Provincia. Ai suoi interlocutori Alberto Cirio ha illustrato gli ultimi dati sull’andamento dell’epidemia: si riducono il numero dei contagi, l’incidenza dei contagi e il numero dei posti letto occupati. 

Particolare attenzione ha posto il presidente sull’indice RT: “Sotto 1, ma domani (oggi,ndr) il Governo formalizzerà la pagella della settimana del Piemonte dando anche il valore preciso di RT. I numeri dicono che il sacrificio è servito, ma chiedo prudenza. È un passo questo, non è un risultato. Dopo la formalizzazione della pagella il ministro Speranza firmerà un’ordinanza con la quale posizionerà il Piemonte nella zona arancione. Quando? Nei primi giorni della prossima settimana”. Tra meno di una settimana, quindi, riapriranno diverse attività e per questo Cirio annuncia che definirà alcune misure per vivere le aperture con grande senso di responsabilità e evitare assembramenti in luoghi delicati come ad esempio i centri commerciali.

"Dobbiamo stabilizzare i risultati fin qui ottenuti per non dovere tornare a richiudere" afferma in sostanza il presidente della Regione che invita alla prudenza.

Nel video sottostante gli aggiornamenti dati giovedì 26 novembre dal presidente della Regione Piemonte. Si parla dei numeri della Sanità, dell’epidemia e anche, dal minuto 6, del ritardo nella consegna dei vaccini antinfluenzali. Dopo il video, le regole per la zona arancione stabilite dal Dpcm del 3 novembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zona arancione: riepilogo principali disposizioni nazionali (Dpcm 3 novembre 2020)

•        Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.

•        Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all'altra e da un Comune all'altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all'interno del proprio Comune.

•        Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L'asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

•        Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

•        Chiusura di musei e mostre.

•        Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell'infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

•        Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

•        Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

•        Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

TorinoToday è in caricamento