Il Comune fa marcia indietro: la scuola non viene venduta (almeno per ora)

Accolte le istanze di genitori e minoranze

La scuola "Principe Vittorio Emanuele"

La "Scuoletta", ovvero la paritaria "Principe Vittorio Emanuele" di corso Unione Sovietica 170, per il momento non verrà venduta.

Dopo un intenso lavoro tra opposizione e la maggioranza a 5 Stelle torinese, la delibera che avrebbe dato il via libera alla vendita è stata stralciata. 

In una nota del Comune si legge: “In merito all’asta pubblica per l’alienazione di immobili comunali, oggetto questa mattina dell’esame da parte della I Commissione consiliare Bilancio della relativa delibera della Giunta Comunale, si rende noto che è stata momentaneamente stralciata la parte dedicata al secondo lotto. Per l’edificio della scuola Vittorio Emanuele, di corso Unione Sovietica, saranno dunque svolti accertamenti legati ai titoli di acquisizione della proprietà e approfondito ogni aspetto della questione. La delibera così modificata passa ora all'esame della Sala Rossa”.

"​E' un risultato importante, ma dobbiamo mantenere alta l'attenzione - denuncia il consigliere Silvio Magliano (Moderati) - affinché non si verifichino cambi di pensiero e di azione. Resto convinto che il nostro patrimonio scolastico debba essere oggetto di investimenti e non di dismissioni per fare cassa. Specialmente alla luce dei molti beni immobili inutilizzati che, questi sì, si potrebbero mettere in vendita. La vendita sarebbe stata un duro colpo per l’offerta formativa cittadina. Pochi accetterebbero di iscrivere i propri figli in un Istituto difficilmente in grado di portare a termine il ciclo formativo. E' una vittoria di tutti, compresi i genitori delle ragazze e dei ragazzi di questa scuola, che si sono impegnati e si stanno impegnando per il bene della Principe Vittorio Emanuele".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

Torna su
TorinoToday è in caricamento