Posta una foto con la scritta "Salvini appeso": il candidato del Pd finisce nell'occhio del ciclone

A sei giorni dal voto

La foto incriminata su Instagram

A sei giorni dal voto per le amministrative di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020, a Venaria scoppia la polemica per l'uscita, a dir poco non felice, del candidato alla carica di consigliere comunale, Fabio Tumminello, del Partito Democratico e che appoggia la candidatura a sindaco di Rossana Schillaci. 

Tumminello, presidente dei Giovani Democratici di Venaria - l'ala giovane del Pd - nella serata di ieri, domenica 13 settembre 2020, ha postato sul social Instagram una foto con sopra scritte le seguenti parole: “Fabio cerca di essere meno diretto quando scrivi una mail” e “Ok, avvocato”. E soprattutto, la “Re” di risposta e la foto di un muro di Torino dove qualcuno ha scritto la frase “Salvini Appeso”. 

E quella è palesemente una battuta mal riuscita, ha fatto scattare il putiferio leghista. Il vicepresidente del gruppo Lega in consiglio regionale e segretario della sezione cittadina del Carroccio, Andrea Cerutti, è duro: 

“Il Partito Democratico, a Venaria, candida individui che offendono e incitano alla violenza. Il messaggio ‘Salvini appeso’, trasmesso dal giovane candidato del Pd, non lascia spazio alle interpretazioni e va condannato fermamente da tutti, anche e soprattutto dal partito a cui Tumminello appartiene. Questo genere di azioni nulla ha a che vedere con il confronto politico. Siamo certi che i venariesi non vogliano essere rappresentati da personaggi così, capaci solo di fomentare l’odio e cavalcare l’ignoranza perché senza idee proprie”.

Il Pd cittadino prende le distanze dal candidato e chiede pubblicamente scusa alla Lega:

"Prendiamo le distanze da quel posto. Come specificato dallo stesso candidato, il post voleva essere ironico, ma l’iniziale ironia si è invece trasformata in un’infelice battuta che non rispecchia i valori del nostro partito. Il Partito Democratico, infatti, da sempre propone di “abbassare i toni” e mantenere livello di dibattito politico civile e positivo, per il bene della nostra città e dei suoi cittadini. Chiediamo scusa, anche a nome del nostro candidato, a chiunque si sia sentito offeso da questa esternazione e siamo altresì certi della sua buona fede, conoscendone sì l'esuberanza, ma anche il carattere mite ed assolutamente non violento. Un errore dettato dalla giovane età da lui pienamente riconosciuto e per il quale si è già dichiarato dispiaciuto, provvedendo a rimuovere prontamente il post dai social”.

Matteo Salvini non ha perso tempo e ha subito fatto un post su Facebook sull'argomento: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Noi portiamo nelle piazze d’Italia idee e proposte sulla scuola, sul lavoro, sui giovani, sulla sanità, l’abbattimento delle barriere architettoniche, sul sostegno di famiglie, artigiani, imprenditori e agricoltori. Altri preferiscono gli insulti, i lanci di sedie, bottiglie o pomodori, minacce e lo strappo di camicie e rosari. E le foto pubblicate dai candidati del Pd con scritto ‘Salvini Appeso’. Alla rabbia e alla paura rispondiamo con il sorriso e il lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

  • Uomo scomparso da mercoledì sera: ritrovato il corpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento