Politica

Appendino chiede 61 milioni al governo. Fassino: "Soldi in più grazie alla giunta precedente"

La sindaca di Torino apre un contenzioso con il governo Gentiloni ma l'ex primo cittadino sottolinea i meriti della sua amministrazione

Chiara Appendino

Appendino attacca il governo Gentiloni e apre un contenzioso con Palazzo Chigi, chiedendo 61 milioni previsti dal Fondo perequativo Ici-Imu.  "Il governo deve alla Città di Torino 61 milioni di euro - ha detto la sindaca in un'intervista televisiva  a Sky Tg 24 -. Se non vogliono adempiere siamo pronti a far nominare un commissario ad acta per prendere quelle risorse che ci sono dovute.

Abbiamo intrapreso un'azione legale con grande convinzione". A dare ragione al Comune di Torino ci sono due sentenze: una del TAR e una seconda del Consiglio di Stato. E qualora il governo decidesse di onorare la cifra in questione, le sofferenze di Palazzo civico potrebbero essere ripianate.

Appendino quindi attacca: " Siamo in un periodo di grande tensione finanziaria e, per non cercare di tagliare i servizi essenziali, nel bilancio comunale abbiamo dovuto fare una manovra sulle spese e sulle entrate. E' inaccettabile - ha aggiunto - che ci dobbiamo sobbarcare l'incapacità del governo di restituire le risorse dovute. E' un diritto della nostra comunità". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appendino chiede 61 milioni al governo. Fassino: "Soldi in più grazie alla giunta precedente"

TorinoToday è in caricamento