Vuoi un Bistrot... speciale? Lo trovi a Torino

Un locale eccezionale in tutti i sensi, che fa dell’inclusione sociale il suo segno distintivo, annoverando nel personale anche persone con autismo

Passeggiando per le vie di Torino, è possibile imbattersi in un bistrot speciale, il BiStrani Bistrot: si può fare colazione, pranzare e farci l’aperitivo, oppure prendersi un caffè al volo. 
Oltre ad offrire ottime pietanze e bevande, BiStrani Bistrot è cultura, formazione e integrazione: organizza, infatti, conferenze sulla storia dell’arte e presentazione di libri. È luogo di riferimento per festeggiare eventi privati e di lavoro. Dispone di una libreria, dove è possibile prendere in prestito i libri o leggerli direttamente nell’angolo lettura dedicato.

Sicuramente un bistrot interessante e completo, ma cosa c’è di tanto particolare?

Il fatto che questo locale nasca da un progetto dell’Associazione Autismo e Società Onlus, costituita nel 2011 da Cristina Calandra e Massimo Aureli per realizzare un'azione ampia e significativa sull'autismo, definita con il progetto Autismo per la Vita.

Tra gli obiettivi principali che l’Associazione si propone di perseguire: diffondere la cultura e la conoscenza dello spettro autistico, delle cause e modalità di cura, favorire l'autonomia e l'integrazione delle persone affette da autismo, supportare le famiglie nei percorsi di inserimento sociale, lavorativo, sportivo; 
Autismo e Società si impegna affinché normative, servizi e competenze siano funzionali alle esigenze di cura e di abilitazione e di autonomia delle persone nello spettro autistico e perché si stimoli la ricerca scientifica.

Autismo e Società, per raggiungere i propri obiettivi, organizza attività di formazione e informazione rivolte ad operatori, insegnanti e famiglie, attiva corsi sportivi per adulti o bambini con autismo e avvia programmi volti all’inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disturbi dello specchio autistico; uno di questi è proprio BiStrani Bistrot.

Il progetto nasce nel 2018 con l’intenzione di essere uno strumento di conquista del diritto al lavoro e di una vita normale per le persone con autismo, fornendo l’opportunità di poter fare la propria parte e dare il proprio contributo alla società. 
BiStrani intende capovolgere i ruoli: il soggetto debole, che è tale non per la sua disabilità, quanto per gli approcci puramente assistenziali, diventa forza lavoro, si afferma come soggetto attivo ed operativo, acquistando così identità e peso sociale. 
Attualmente BiStrani vede inseriti cinque adulti con autismo per un totale di 6 ore settimanali suddivise in due-tre presenze a settimana destinate, pian piano, ad aumentare. Altre sei persone stanno facendo un training con lo stesso obiettivo, mentre a breve entrerà in squadra un ragazzo con un tirocinio di sei mesi. Per tutta l’impegnativa attività di training, inserimento, affiancamento/tutoraggio degli adulti con autismo, Autismo e Società si avvale della preziosa collaborazione dell’Associazione E.L.I.S.A. Nuove Abilità.

La realizzazione del progetto si deve anche al supporto di Autocentauro, concessionaria torinese della Stella, che ha finanziato parte del progetto attraverso l’organizzazione di cene di beneficienza nate con l’obiettivo di raccogliere fondi per la realizzazione del bistrot. 
L’ultimo evento è stato ospitato all’interno del Museo Egizio di Torino.
Per il Gruppo, l’apertura di BiStrani Bistrot è stato motivo di grande orgoglio: considera, infatti, di fondamentale importanza esprimere i propri valori oltre la semplice vocazione commerciale. Per questo, Autocentauro partecipa attivamente alla vita sociale e culturale del territorio in cui è presente.
L’impegno del Gruppo è ottimamente rappresentato dal loro claim #Aiutaci ad aiutare!

Dunque, se capiti a Torino, fermati a bere un caffè! Il BiStrani Bistrot si trova in via Sassari 1. Puoi anche consultare il menù visitando il sito di BiStrani Bistrot.

 

In Evidenza

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
TorinoToday è in caricamento