Prevenzione, una buona abitudine per la salute di tutto il corpo

Per mantenere l'organismo in buona salute, ci sono due regole d’oro: avere sane abitudini quotidiane ed effettuare screening periodici

Ormai si sta diffondendo, sempre di più, il concetto di prevenzione e di quanto sia importante per mantenersi in buona salute.
Ciò che è fondamentale comprendere, però, è che per “prevenzione” non si intende, solo, un affastellarsi di esami, bensì la creazione di un percorso più complesso, volto a diminuire le cause che contribuiscono all’insorgenza di malattie.

Attenzione alla prevenzione cardiovascolare

Tra le patologie che maggiormente incidono sul benessere dell’individuo, ci sono quelle legate all'apparato cardiovascolare: per questo motivo, è fondamentale dedicare particolare attenzione proprio alla relativa prevenzione.

I rischi di infarto e ictus, infatti, possono essere ridotti attraverso corretti stili di vita e, nel caso questi non siano sufficienti, grazie ad un’appropriata terapia farmacologica.
Per intervenire preventivamente, quindi, è bene monitorare i fattori di rischio; tra quelli modificabili, si annoverano il fumo, l’obesità e la sedentarietà.
Da tenere sotto controllo, inoltre, la pressione arteriosa, il colesterolo e il diabete che, se trascurati, possono incidere negativamente sulla salute di cuore e vasi sanguigni.
Il primo passo per preservare il benessere del proprio apparato cardiocircolatorio, dunque, consiste nel modificare le abitudini scorrette: un’alimentazione sana, attività fisica costante e il mantenersi normopeso possono già far ottenere buoni risultati.

Ci sono, però, anche persone che sono maggiormente esposte alla possibilità di incorrere in patologie cardiovascolari: il rischio, infatti, aumenta con l’avanzare dell’età e gli uomini sono più esposti rispetto alle donne.
Inoltre, la familiarità con persone che hanno patologie cardiovascolari aumenta la possibilità di contrarne una.

Quindi, parallelamente, dopo aver agito sulle abitudini quotidiane, è consigliabile effettuare screening periodici, per valutare la condizione di salute in cui ci si trova ed, eventualmente, per agire tempestivamente in caso si rilevi una patologia.

Scegliere a chi affidare la propria salute

Per fare una corretta prevenzione dunque, non resta che rivolgersi a strutture ospedaliere di fiducia con specialisti competenti e tecnologie d’avanguardia.
A Torino, ad esempio, è presente la Clinica Santa Caterina da Siena, che fa parte di GVM Care & Research, Gruppo Ospedaliero Italiano con una rete di 32 strutture sanitarie in 10 regioni italiane, la maggior parte delle quali accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale.

prevenzione-cardiovascolare-clinica-torino-2

Tecnologie all’avanguardia, esami specifici e percorsi personalizzati

Clinica Santa Caterina da Siena persegue la filosofia di GVM Care & Research, ponendo al centro il paziente. Per questo motivo, focalizza l’attenzione sulla prevenzione, guidando le persone attraverso un percorso di salute e benessere, studiato sulle esigenze del singolo.
La Clinica si serve di tecnologie di ultima generazione, utili a valutare in particolare la salute del sistema cardiovascolare e a scoprirne eventuali patologie.
Il primo step del percorso di prevenzione, in particolare, consiste in una Tc Calcium Score, detta anche TC Coronarica: si tratta di un esame diagnostico che si esegue senza mezzo di contrasto.
Questo ha lo scopo di visualizzare, in modo accurato, l’eventuale presenza di calcio depositato sulle pareti delle coronarie (cioè le arterie che portano sangue e ossigeno al cuore) e comprendere, quindi, lo sviluppo della malattia coronarica, che può causare infarto e cardiopatie.
Se, in seguito, si rende necessario un approfondimento, è disponibile, anche, l’Angio-TC, esame a bassa invasività seppur con mezzo di contrasto.
Questo controllo si rivela utile per studiare la circolazione sanguigna nei vasi e nelle arterie del corpo, nonché l’irrorazione sanguigna degli organi.
Diventa, così, possibile evidenziare eventuali anomalie, la cui presenza può facilitare l’insorgenza di patologie a carico del sistema vascolare quali stenosi, aneurismi o lacerazioni delle arterie principali ed eventuali trombi a livello venoso.
Questi due esami non necessitano di degenza: vengono, infatti, svolti a livello ambulatoriale e richiedono pochi minuti.
I risultati ottenuti consentono di selezionare il percorso di cura più adeguato per ogni singolo paziente.

Clinica Santa Caterina da Siena è uno dei punti di riferimento privati più strutturati per consentire di effettuare, serenamente, gli accertamenti preventivi, anche durante l’emergenza sanitaria in atto.
Per garantire ai pazienti la massima efficienza e professionalità ai pazienti, Clinica Santa Caterina da Siena condivide lo staff con l’Heart Team di Maria Pia Hospital, specializzato nel creare percorsi di prevenzione, nonché nella diagnosi e cura delle patologie cardiache.

Per maggiori informazioni, sono disponibili il sito della struttura e la pagina Facebook dedicata.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Gino Sorbillo apre il suo primo locale a Torino: a giugno l'inaugurazione in pienissimo centro

  • Covid in Europa, il Piemonte resta 'rosso scuro': è ancora fra le zone ad alto rischio di contagio

  • Isola dei Famosi - Elisa Isoardi costretta ad abbandonare il reality: "È stata l'esperienza più importante della mia vita"

  • Piemonte in zona arancione, ma viene prorogata la zona rossa per la provincia di Cuneo

  • Torre Littoria, una dimora esclusiva nel cuore della città: come si vive nel primo grattacielo di Torino

  • Malore in strada a Torino Parella: donna si sente male e muore sotto gli occhi di numerose persone

Torna su
TorinoToday è in caricamento