Due sorelle, un grande papà e tanta tradizione: la ricetta segreta per sentirsi a casa

Una trattoria torinese sulle rive del Po è la riposta per chi cerca un’esperienza gastronomica genuina

Ti sarà certamente capitato di vagare per le vie di una delle tante splendide città del nostro paese intorno all’ora di pranzo – o di cena – alla ricerca di un ottimo ristorante per assaporare le prelibatezze locali cullato da un’atmosfera rilassata e accogliente, in cui sentirsi a casa.

Un ristorante o una trattoria, insomma, dove poter vivere un’esperienza culinaria unica e tipica, mettendo tra parentesi i tanti pensieri, le tante preoccupazioni accumulate dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro o un periodo stressante.

Tuttavia, imbattersi in un posto simile non è certo un’impresa semplice: forti dei coperti garantiti dal costante via vai di turisti e lavoratori, molti ristoratori – specialmente nelle grandi città – decidono di puntare sui volumi sacrificando la qualità, così da massimizzare i profitti. Ma non c’è bisogno di scoraggiarsi: continuando a cercare con pazienza, si verrà alla fine ricompensati.

A Torino per esempio, se ci si addentra nel caratteristico quartiere Borgata di Rosa, sulle rive del Po e in una delle aree più verdi della città sabauda, ci si imbatterà in un edificio rustico dominato da un’insegna dalle tonalità accese: eccovi arrivati a La Piola d’le 2 Surele.

Varcate le porte di questo ristorante a conduzione familiare, il cliente si troverà immerso in un ambiente accogliente, sincero, pulito e arredato con uno stile classico. La sala ampia e spaziosa è ideale per le grandi tavolate e rende questa trattoria un luogo particolarmente adatto per feste, cerimonie, matrimoni, cene di gruppo e rimpatriate tra amici.

le-due-surele-2

Ad accogliere i clienti e gestire la sala c’è Gessica, mentre la cucina è il regno di sua surela Susanna. I piatti cucinati e serviti fumanti in tavola dalle due sorelle – da cui prende il nome il locale – sono i grandi classici della cucina piemontese: salsiccia di Bra, Tajarin, vitello tonnato, risotti con fonduta, Bagna Càuda e tante altre prelibatezze legate al territorio da assaporare con gusto fino all’ultimo boccone. Ma il vero deus ex machina del ristorante è il Padre Gianni, che con la sua esperienza coordina i lavori tra sala e cucina e amministra con intraprendenza l’attività di famiglia.

Sedersi a un tavolo della La Piola d’le 2 Surele, insomma, vuole dire vivere questa atmosfera familiare e ospitale, grazie alla gentilezza e cortesia di Gianni, Gessica e Susanna, che da anni pongono al centro del proprio lavoro la soddisfazione del cliente.

Ecco perché la Piola d'le 2 Surele è la risposta a quel desiderio di genuinità e di autenticità di cui siamo sempre alla ricerca: i piatti saporiti e legati a una tradizione tramandata di generazione in generazione, la cortesia e la professionalità del personale, la frugalità semplice e accogliente del locale sono gli ingredienti che rendono possibile una serata unica e un’esperienza gastronomica indimenticabile.

E dopo 10 anni di attività La Piola d’le 2 Surele continua a lavorare con la passione di sempre, nel rispetto della tradizione culinaria piemontese e fedele alla propria filosofia del lavoro incentrare sull’attenzione verso il cliente. D’altronde, è uno di famiglia.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Coronavirus: in Piemonte da lunedì didattica a distanza per il 50% degli allievi delle superiori (dal secondo anno)

Torna su
TorinoToday è in caricamento