L’obbligo della fatturazione elettronica è alle porte, non arrivare impreparato!

I 5 passi da compiere per iniziare senza pensieri il 2019

Ebbene sì, ci siamo! La fatturazione elettronica obbligatoria per tutti i titolari di partita IVA è dietro l’angolo. Il 1° gennaio si comincia e la maggior parte di questi è ancora del tutto impreparata alla rivoluzione. 

E allora meglio farsi uno schema che tracci la via da seguire, cinque semplici passi da compiere per arrivare alla soglia del 2019 senza dubbi o perplessità a riguardo.

Il primo passo, la presa di coscienza della normativa, in realtà lo abbiamo già affrontato. C’è poco da dire a riguardo: il 1° gennaio scatta l’obbligo per legge di dotarsi di un sistema per la fatturazione elettronica e, dunque, grandi aziende private, PMI, liberi professionisti, artigiani e commercianti, saranno tutti coinvolti nel cambiamento (minimi e forfettario esclusi).

Aruba Fatturazione Elettronica-4

Passiamo al secondo passo in lista: capire cos’è la fatturazione elettronica e come funziona. Si tratta semplicemente di utilizzare un software specifico che permetterà di gestire l’intero ciclo attivo e passivo di fatturazione in modo digitale. Grazie a esso i processi di generazione, trasmissione, ricezione e conservazione fatture a norma di legge risulteranno più veloci, automatici e convenienti. Come funziona? Una volta che compiliamo una fattura nel nuovo formato XML, l’unico certificato e accettato dal 2019 in avanti, questa viene inviata al Sistema di Interscambio (SdI) gestito da Agenzia delle Entrate, nel quale avviene l’assegnazione, a ogni documento pervenuto, di un codice alfanumerico identificativo. Sempre dallo SdI viene poi verificata la validità della fattura e viene inoltrata automaticamente al destinatario, nostro cliente, anch’esso riconosciuto dal sistema grazie a un ulteriore codice univoco che lo identifica. Questi, al ricevimento della fattura elettronica sul proprio software o sulla PEC, sarà in grado di gestirla digitalmente: non avrà bisogno di stamparla, né di archiviarla manualmente, perché essa verrà visualizzata, conservata e archiviata in automatico, pronta, nell’eventualità, per essere esibita a fini fiscali.

Aruba Fatturazione Elettronica-5

Il terzo passo, a questo punto, è trovare il software giusto. Uno dei più semplici e intuitivi sul mercato è Fatturazione Elettronica di Aruba, società di grande esperienza nella gestione di data center, che gestisce più di 100.000 server tra fisici e virtuali, contando più di 5 milioni di clienti.

Quarto passo? Valutare i vantaggi del software scelto. La particolarità del software Aruba è che non è necessario scaricarlo sul terminale, evitando così di appesantire la macchina, in quanto si può lavorare direttamente online collegandosi all’applicazione web. L’interfaccia del pannello è di facile utilizzo e permette di tenere sotto controllo tutto il lavoro e lo stato del servizio. Le funzionalità coprono a 360° le esigenze previste dalla normativa, consentendo di creare fatture in meno di un minuto, con le ulteriori agevolazioni offerte dal calcolatore automatico di rate, scadenze e importi, dall’accurato sistema di verifica di errori e inesattezze e dai suggerimenti che guidano l’utente durante la compilazione della fattura. Si tratta chiaramente di un bel risparmio, non solo di tempo, in quanto i processi automatizzati rendono il lavoro più veloce, ma anche di denaro, perché eliminando il supporto cartaceo e lavorando solo in digitale, si evitano costi di cancelleria, di stampa, di spedizione, di archiviazione, oltre quelli di manodopera che risulteranno nettamente ridotti. 

Aruba Fatturazione Elettronica-6

Insomma, non resta a questo punto che compiere il quinto e ultimo passo: compilare la fattura e inviarla. Il resto del cammino lo farà Aruba per noi, generando il documento, trasmettendolo allo SdI che, a sua volta, lo inoltrerà al cliente, alleggerendo il nostro lavoro e permettendo di occuparci d’altro.

Fatturazione Elettronica di Aruba ti dà la possibilità di arrivare pronto al 2019. Ti offre velocità, convenienza e semplicità che renderanno il tuo lavoro più efficiente e flessibile.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Gino Sorbillo apre il suo primo locale a Torino: a giugno l'inaugurazione in pienissimo centro

  • Covid in Europa, il Piemonte resta 'rosso scuro': è ancora fra le zone ad alto rischio di contagio

  • Piemonte in zona arancione, ma viene prorogata la zona rossa per la provincia di Cuneo

  • Torre Littoria, una dimora esclusiva nel cuore della città: come si vive nel primo grattacielo di Torino

  • Isola dei Famosi - Elisa Isoardi costretta ad abbandonare il reality: "È stata l'esperienza più importante della mia vita"

  • Malore in strada a Torino Parella: donna si sente male e muore sotto gli occhi di numerose persone

Torna su
TorinoToday è in caricamento