TorinoToday Nizza Millefonti / Via Ventimiglia, 201

Il Palazzo del Lavoro cambia look: l'investimento è di 145 milioni

Il Palazzo del Lavoro, la creatura dell'architetto Nervi, nel 2014 diventerà una galleria commerciale con spazio spettacoli e una meta turistica capace di attrarre milioni di turisti


Dopo anni di abbandono, al Palazzo del Lavoro,ideato dall'achitetto Nervi, verrà assegnata una nuova destinazione d'uso: diventerà una galleria commerciale, con spazio spettacoli, ma anche una meta turistica, capace di attrarre milioni di visitatori. Un investimento imponente: 145 milioni di euro, di cui un centinaio solo per trasformare l’edificio.

Firmato l’accordo nei mesi scorsi con Pentagramma Piemonte, la società metà di Gefim e metà di Fintecna, il progetto è pronto e manca solo l'approvazione del Consiglio Comunale. "I lavori partiranno entro il prossimo anno – annuncia Stefano Ponchia, ad di Pentagramma - mentre l’inaugurazione è stata fissata per il 2014. Speriamo però di poter anticipare i tempi".

Il fabbricato è imponente: pianta a base quadrata con i lati da 150 metri ognuno, 22.500 mq, la cui copertura è sorretta da sedici grandi colonne di cemento, alte 25 metri. L’idea è quella di farne uno shopping center atipico, sfruttando l’appeal turistico di questo edificio. Già oggi, lo scheletro arrugginito del Nervi, riesce a richiamare un migliaio di visitatori l’anno. Tante sono infatti le richieste di tour arrivate a Gefim. Secondo Ponchia "Palazzo del Lavoro ha le capacità per diventare importante quanto il Guggenheim a Bilbao. Sarà in grado di portare a Torino dai 4 ai 6 milioni di turisti".

Non solo negozi, ma spazi a disposizione dei passanti: a partire dal verde. Sarà creata una grande piazza sul Parco come era nel progetto originale e anche gli alberi che dovranno essere abbattuti per il cantiere saranno ripiantati. La riqualificazione del Palazzo sarà condotta con la supervisione costante della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici.

Nell'area troveranno posto 56.300 mq di parcheggi interrati, 1.800 posti auto, cento negozi su tre livelli, piazze, terrazze panoramiche verso il Parco e verso l'interno dell'edificio. "E' un progetto di gruppo, di sinergie di vari operatori. Un'operazione che ridà uno spazio alla città – ha spiegato il progettista Alberto Rolla - Non sarà un centro commerciale comune: il nostro obiettivo sarà quello di relazionare il privato, negozi e ristoranti appunto, con gli spazi pubblici. All’interno ci sarà un’arena in grado di accogliere concerti e spettacoli".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palazzo del Lavoro cambia look: l'investimento è di 145 milioni

TorinoToday è in caricamento