menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimba nata con autotrapianto ovaio, primato nazionale al Sant'Anna

Il suo desiderio di maternità era più forte della malattia. E dopo la chemioterapia che aveva sconvolto il suo fisico, ha riscoperto la gioia di diventare mamma al Sant'Anna

Il suo desiderio di maternità era più forte della malattia. E dopo la chemioterapia che aveva sconvolto il suo fisico, ha riscoperto la gioia di diventare mamma. È nata la prima bimba in Italia dopo un autotrapianto di tessuto ovarico, presso l'ospedale Sant'Anna di Torino. 

La mamma Rosanna di 29 anni è la prima donna - ed una delle prime al mondo - a portare a termine la gravidanza grazie alla conservazione del proprio tessuto ovarico che era stato crioconservato prima di una chemioterapia. Il risultato è stato possibile grazie all'equipe universitaria della clinica di ginecologia dell'ospedale S.Anna di Torino, diretta da Chiara Benedetto. 
 
La neomamma soffriva di beta talassemia dall'età di 21 anni ed era stata sottoposta ad trapianto di midollo osseo e chemioterapia che l'avrebbe resa sterile. Il prelievo del tessuto ovarico, congelato e conservato in azoto per 8 anni, poi reimpiantato nella donna una volta guarita, le ha permesso di restare incinta. La bimba di chiama Aurora e pesa 3,670 chili.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento