Quarantena e restiamo a casa, ma lo smog (per ora) non cala

Complice un vento sahariano

immagine di repertorio

Pochissimi spostamenti in auto autorizzati, giornate miti e riscaldamenti più bassi, buona parte delle aziende chiuse per il lock down. In tanti si aspettavano che il restare forzatamente a casa avesse come conseguenza un netto calo dello smog.

Invece, un po' a sorpresa, il Pm10, il parametro utilizzato per misurare l'inquinamento dell'aria è risultato alto.

I valori nei giorni del 28 e del 29 marzo sono oltre i limiti in tutto il Piemonte: 54 a Torino, 65 ad Asti, 84 ad Alessandria, 90 a Novara, 97 a Vercelli.

Per i tecnici dell'Arpa la colpa sarebbe di un vento sahariano che ha portato nella Pianura Padana polveri sottili inattese.

 Si attendono i prossimi rilevamenti. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento