Decreto Cura Italia, tutte le novità per gli automobilisti

Le scadenze

fonte foto: teksomolika/ Freepik

Una serie di agevolazioni e proroghe per venire incontro agli automobilisti in difficoltà per la pandemia causata dal Coronavirus. Il Decreto Cura Italia contiene all'interno alcuni provvedimenti molto importanti per la vita quotidiana degli automobilisti in questo periodo di emergenza. Vediamoli insieme.

Decreto Cura Italia: proroga scadenza patente

La validità delle patenti scadute o in scadenza, successivamente al 31 gennaio, sarà prorogata al 31 agosto 2020. Questo per l'impossibilità di spostarsi dalla propria abitazione senza motivi di necessità e la conseguente chiusura delle attività non essenziale.

Decreto Cura Italia: permesso provvisorio di guida

Il foglio rosa con scadenza compresa tra l'1 febbraio e il 30 aprile viene prorogato sino al 30 giugno 2020, senza oneri.

Decreto Cura Italia: proroga esami patente di guida

Gli esami di teoria potranno svolgersi entro il 30 giugno 2020, anche oltre il termine di presentazione della domanda. L'esame dovrà comunque essere prenotato alla Motorizzazione competetente.

Decreto Cura Italia: proroga duplicato patente

La validità della ricevuta sostitutiva della patente è stata prorogata fino al 31 ottobre, vista l'impossibilità per le agenzie di pratiche auto di poter operare senza limitazioni.

Decreto Cura Italia: rinvio del pagamento del bollo auto

Il Piemonte ha deciso di posticipare al 30 giugno il pagamento del bollo auto, senza sanzioni e interessi.

Decreto Cura Italia: revisione e collaudo

Il decreto Cura Italia autorizza fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli che entro il 31 luglio dovranno essere sottoposti a revisione o a visita e prova in seguito alla modifica delle caratteristiche tecniche.
Potranno circolare fino al 31 ottobre anche i veicoli che dovranno ripetere la revisione, purchè le irregolarità riscontrate al controllo siano state eliminate.
La stessa scadenza è stata fissata per i veicoli che dovranno essere sottoposti al collaudo presso la Motorizzazione Civile entro il 31 luglio 2020.

Decreto Cura Italia: proroghe per multe e ricorsi

Il Decreto Cura Italia ha stabilito che dal 30 marzo al 3 aprile sono sospese tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento delle multe e di 30 giorni per la presentazione del ricorso al Giudice di Pace. Per il pagamento delle sanzioni in misura ridotta il termine è stato portato da 5 a 30 giorni.

Decreto Cura Italia: proroga assicurazione scaduta

La validità delle polizze RC auto, fino al 31 luglio 2020, è stata prorogata di ulteriori 15 giorni, per un totale di 30 giorni.

Decreto Cura Italia, auto a metano e GPL: proroga revisione delle bombole e serbatoi

Le auto a metano fino al 15 giugno potranno circolare in deroga ad eventuali scadenze inerenti le bombole per il periodo ricompreso dal 31 gennaio al 15 aprile. La deroga per le scadenze dei serbatoi delle auto a GPL è stata estesa fino al 31 ottobre.

Decreto Cura Italia, documento unico di circolazione

La documentazione relativa alla validità della ricevuta sostitutiva della carta di circolazione è stata prorogata sino al 31 ottobre.

fonte foto: teksomolika/ Freepik

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento