Fase 3, cosa si può fare e cosa no: sempre massimo 2 persone a bordo, vale ancora il metro di distanza

Di più soltanto se conviventi

Freepik License/ prostooleh

Finalmente, da oggi, 3 giugno, possiamo tornare a viaggiare e a muoverci liberamente anche tra le nostre Regioni, in tutta Italia.

E' bene ricordare però che, a causa delle norme di prevenzione del Coronavirus ancora in vigore, in auto vale sempre la regola di un metro di distanza.

Per questo, tranne sui Suv di dimensioni maggiori, sulle vetture 'normali' potranno viaggiare solo due persone, il conducente e il passeggero che dovrà indossare la mascherina oppure occupare il sedile in posizione opposta rispetto a quello del guidatore. 

Chi vive sotto lo stesso tetto può disporsi come vuole e senza mascherina: in questo caso a bordo possono esserci più di due persone.

Figli e coniugi, però, devono risultare conviventi, altrimenti rischiano la multa.

Anche in moto e scooter si può viaggiare in due se si è conviventi: altrimenti occorrerà la mascherina, che non è prevista se si indossa il casco integrale.

fonte foto: Freepik License/ prostooleh

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

  • Elezioni comunali a Venaria Reale: sarà ballottaggio tra Giulivi e Schillaci

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento