Bollo auto, chi può non pagarlo

Le categorie di autoveicoli che godono dell'esenzione

Il bollo auto, un tempo chiamato tassa di circolazione, è un tributo locale che deve essere pagato entro l'ultimo giorno del mese successivo alla scadenza.

Il calcolo dell'importo di questa tassa automobilistica regionale può essere facilmente effettuato sulla pagina dedicata del sito dell'Agenzia delle Entrate o sul sito dell'Aci.

Bollo auto Regione Piemonte: le esenzioni dalla tassa automobilistica

Sono esenti dal pagamento del bollo auto, nella Regione Piemonte, le seguenti categorie di veicoli:

  • Auto destinate ai disabili
  • Autoveicoli del Presidente della Repubblica e quelli in dotazione permanente del Segretario generale della Presidenza della Repubblica
  • Veicoli di ogni specie in dotazione fissa dei Corpi armati civili e militari dello Stato e della Protezione civile, provvisti di speciali targhe di riconoscimento
  • Veicoli esclusivamente destinati, per conto dello Stato, delle Regioni, delle Province e Comuni o di associazioni umanitarie, al servizio di estinzione incendi e di protezione civile
  • Autoveicoli degli agenti diplomatici e consolari, regolarmente accreditati in Italia, a condizione di reciprocità di trattamento
  • Autobus adibiti a trasporto pubblico di linea
  • Autoambulanze di cui alla tariffa I del decreto del Presidente della Repubblica 5 febbraio 1953, n. 39 (Testo unico delle leggi sulle tasse automobilistiche)
  • Veicoli per il carico, scarico e la compattazione dei rifiuti solidi urbani e/o adibiti allo spurgo dei pozzi neri
  • Veicoli delle organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale di volontariato del Piemonte ai sensi della legge regionale 29 agosto 1994, n. 38 (Valorizzazione e promozione del volontariato) utilizzati esclusivamente per l'attività propria di volontariato, delle cooperative sociali iscritte all'apposito albo regionale, delle aziende pubbliche di servizio alla persona e degli Istituti pubblici di assistenza e beneficienza (IPAB) che svolgono in via esclusiva attività nei confronti dei minori, degli anziani, dei portatori di handicap fisici e psichici
  • Veicoli elettrici e quelli alimentati a gas metano e a gas di petrolio liquefatto (gpl)
  • Veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a gas metano o gpl sin dall'origine
  • Questi veicoli godono dell'esenzione permanente ("a vita").
  • Veicoli a doppia alimentazione benzina/metano o benzina/gpl già dotati del dispositivo per la circolazione con gas metano o gpl alla conclusione del ciclo di produzione e prima dell’immissione in commercio (quindi, in pratica, usciti dalla fabbrica con l’impianto già installato).

Dal 1° aprile 2016 l’esenzione quinquennale sostituisce la vecchia esenzione permanente (“a vita”) e vale per cinque annualità a decorrere dalla data di immatricolazione; dal sesto anno successivo a quello di immatricolazione per questi veicoli scatta l’obbligo di pagamento, ma la tassa, calcolata in base alla tariffa fissa di euro2,58 per kilowatt indipendentemente dalla categoria euro e dalla potenza, è ridotta a un quarto per i veicoli alimentati a gpl e a un quinto per quelli alimentati a gas metano.

  • Veicoli elettrici o alimentati a gas metano o gpl “trasformati”

Continuano a godere dell’esenzione quinquennale, stabilita dalla precedente normativa, e, a partire dal sesto anno, scatta l’obbligo di pagamento. Diversamente da quanto accade per i veicoli a doppia alimentazione “originaria”, per questi veicoli si paga la tassa intera: rispetto al passato, però, la si calcola sulla base della tariffa fissa di euro 2,58 per kilowatt, indipendentemente dalla categoria euro e dalla potenza. Questa ulteriore agevolazione, in vigore a partire dal 1° aprile 2016, è l’unica novità che riguarda questa categoria di veicoli. I veicoli trasformati di potenza superiore ai 100 kilowatt continuano a non godere di alcuna agevolazione.

  • Autoveicoli ibridi (alimentazione benzina/elettrica)

Motorizzazione GPL: risparmio ed ecosostenibilità 

La motorizzazione GPL è sempre più apprezzata da parte degli automobilisti. Le case automobilistiche rispondono alla domanda del mercato proponendo numerosi modelli di automobili adatte a tutti i tipi di esigenze. 

Nel dettaglio, l'alimentazione GPL permette:

  • di abbattere i costi del carburante
  • di produrre meno ossido di carbonio, azoto e idrocarburi incombusti (rispetto a benzina e gasolio).

Inoltre, non emette allo scarico idrocarburi aromatici, anidride solforosa e particolato.

Torino Auto Gpl: installazione di impianti GPL per auto

Torino Auto Gpl è un'officina con sede a Rivoli altamente specializzata nel settore del GPL. Vanta meccanici altamente qualificati e costantemente aggiornati sulle ultime novità del settore e propone un'ampia gamma di servizi eseguiti nella massima sicurezza e professionalità.

In particolare propone soluzioni sia per quanto riguarda l'installazione di impianti che per qualsiasi ulteriore intervento di manutenzione e riparazione.

L'officina, che ha la sua sede in via Carlo Leone 11 a Rivoli, propone:

  • installazione di impianti GPL su tutti i tipi di macchine
  • sostituzione serbatoi GPL
  • sostituzione componenti GPL

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento