Auto e moto

Bollo auto dimezzato: 50% in meno per chi ha queste auto

Quando è valida la nuova agevolazione

Sul pagamento del bollo auto, fra le proposte di una abolizione generalizzata per tutti ed i vari sconti per le auto storiche, si è creata un po’ di confusione. Facciamo chiarezza sui veicoli con 20 o più anni di età.

Bollo auto dimezzato: i vantaggi per i veicoli ultraventennali

La legge di bilancio 2019 (legge n. 145/2018) contempla la possibilità per i veicoli tra  i 20 e i 29 anni di anzianità di immatricolazione,  di usufruire di una riduzione del 50% sulla tassa automobilistica.
Mentre i vantaggi previsti per i veicoli da 30 anni in su, sono validi automaticamente senza altri vincoli, per quelli ultraventennali è necessario aver ottenuto il certificato di rilevanza storica e collezionistica.  Probabilmente è proprio questa incongruenza fra le due fattispecie ad aver generato qualche confusione. 

Bollo auto dimezzato: come ottenere la riduzione

Ecco i passaggi necessari:

  • ottenere il certificato di rilevanza storica per i veicoli ultraventennali che viene rilasciato dai registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo e Storico FMI 
  • fare riportare il possesso del certificato di rilevanza storica sulla carta di circolazione
  • inviare copia della carta di circolazione sulla quale risulti il possesso del certificato di storicità  al seguente indirizzo di posta elettronica -  comunicazionibollo@regione.piemonte.it. Come alternativa, è possibile presentarsi personalmente con la documentazione agli intermediari autorizzati, presso i quali si può anche pagare in misura ridotta.

Bollo auto dimezzato per vetture storiche a uso professionale

Dall'inizio di giugno, inoltre, i possessori di automobili storiche adibite ad uso professionale pagano il bollo auto al 50%. Una novità introdotta dopo l'intervento del Ministero dell’Economia e delle Finanze con la Risoluzione n. 1/DF del 14 giugno riguardante la riduzione del 50% della tariffa per i veicoli di interesse storico e collezionistico con età compresa tra i 20 e i 29 anni. In tal modo sono stati chiariti gli sviluppi della sentenza 122/2019 del 20 maggio scorso secondo cui la Corte Costituzionale ha stabilito che le Regioni possono decidere in maniera autonoma circa le esenzioni dal pagamento del bollo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollo auto dimezzato: 50% in meno per chi ha queste auto

TorinoToday è in caricamento