rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Meteo

Meteo in Piemonte, come sarà la settimana di Natale: partenza col sole, ma le nuvole sono in arrivo

Foschie e nebbie in pianura, ma dal 23 dicembre tutto cambia

Sarà un avvio di settimana soleggiato, con nebbie e foschie in pianura, nel Torinese e in Piemonte. Ma i meteorologi di 3Bmeteo.com prevedono, nei prossimi giorni, l'arrivo di un grosso campo depressionario ad anello che abbraccerà l'intera Europa: risultato della fusione tra la gelida saccatura russo-scandinava e quella, nettamente più mite, atlantica.

Sole e nebbie

Ad inizio settimana tra il 20 e il 22 dicembre correnti fredde di matrice russa riusciranno ancora a raggiungere parte della Penisola interessando più direttamente le regioni settentrionali e quelle del medio versante adriatico. In questo frangente avremo una diminuzione delle temperature soprattutto nei valori minimi e prevalentemente sui settori orientali. Nel contempo inizieranno ad arrivare da ovest correnti umide e più miti relative all'avvicinamento del vortice atlantico. Temperature minime tra 0 e -1°C; massime attorno ai 7-8°C.

Domani, martedì 21 dicembre, ci sarà un generale incremento della nuvolosità con temperature negative e gelate al mattino. E da mercoledì, il tempo inizierà a cambiare connotati: l'interferenza  tra le due masse d'aria molto diverse tra loro produrrà i primi addensamenti nuvolosi ed a tratti potrà esserci anche qualche debole e isolato fenomeno. Un'area di bassa pressione abbraccerà il Piemonte determinando una giornata di tempo instabile, con deboli piogge un po' su tutti i settori e con un'intensificazione dal pomeriggio. Sulle Alpi cieli inizialmente poco o parzialmente nuvolosi, ma con nubi in progressivo aumento e deboli piogge dal pomeriggio, in intensificazione in serata. Temperature in calo: minime -3°C; massime 4°C.  

La gelida saccatura russa, incentivata da un vortice sul Mare di Barents inizierà a ritirarsi dall'Europa sud orientale mentre e l'aria fredda punterà a ovest compiendo un lungo giro a nord del Regno Unito dove le temperature precipiteranno e arriveranno anche delle nevicate fino a bassa quota. L'aria fredda continuerà poi la sua marcia in aperto atlantico dove aggancerà la depressione riportandola sull'Europa occidentale. Sarà con questa depressione che potremmo avere a che fare durante i giorni di Natale e Santo Stefano.

Come sarà il tempo alla Vigilia e a Natale

 Venerdì 24 dicembre, la pressione cederà rapidamente favorendo l'ingresso di aria più umida responsabile di un peggioramento nella seconda parte del giorno con deboli piogge sparse. Nello specifico sulle Alpi settentrionali Cieli molto nuvolosi o coperti per tutto l'arco della giornata, con deboli piogge pomeridiane in trasformazione a neve dalla sera; sulle pedemontane nubi in progressivo aumento con deboli piogge dal pomeriggio; sulle Alpi occidentali molto nuvoloso o coperto per tutto l'arco della giornata con piogge e rovesci dal pomeriggio, anche a sfondo temporalesco, in attenuazione serale. In pianura cieli grigi e nebbiosi al mattino. Peggioramento dal pomeriggio con deboli piogge. 

Nel giorno di Natale, anche se è ancora difficile dire con esattezza quali saranno le zone più colpite dal maltempo, la circolazione depressionaria si approfondirà sulla Regione determinando molte nubi sin dal mattino, con piogge in arrivo nel pomeridiano e in intensificazione alla sera. Sulle Alpi occidentali molto nuvoloso o coperto per tutto l'arco della giornata con piogge e rovesci dal pomeriggio, anche a sfondo temporalesco

Il Mediterraneo e l'Italia saranno investiti da correnti umide e molto miti foriere di piogge anche intense e di nevicate ma che con ogni probabilità interesseranno solo le Alpi e a quote medio alte. Il contesto climatico sarà mite, scompariranno le gelate al Nord e via via anche le nebbie. Ancora abbastanza difficile sin da oggi stabilire con precisione le zone della Penisola che saranno più coinvolte dal maltempo ma riteniamo che le regioni centro settentrionali e in particolare le regioni tirreniche possano avere un maggiore coinvolgimento rispetto all'estremo Sud. Il tempo del periodo successivo dovrebbe ereditare queste caratteristiche e condurci al Capodanno in attesa di nuove perturbazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo in Piemonte, come sarà la settimana di Natale: partenza col sole, ma le nuvole sono in arrivo

TorinoToday è in caricamento