Meteo

Torino si sveglia sotto la pioggia: acqua e neve non si vedevano dall'8 dicembre

Non basterà a risolvere il grave problema della siccità

Dopo oltre due mesi senza più vedere una goccia d'acqua né un fiocco di neve, Torino si è finalmente svegliata sotto una pioggia battente. La perturbazione di San Valentino, annunciata dagli meteorologi di 3BMeteo.com, questa volta è arrivata anche sul Nord Ovest e anche se non basterà a risolvere il grave deficit d'acqua di cui si parla ormai da settimane, contribuirà, almeno sul breve periodo, ad abbassare i livelli di inquinamento nell'aria. 

Dall'8 dicembre, quando una nevicata imbiancó la città, nessuna precipitazione era più riuscita a farsi largo dalle nostre parti. E infatti, secondo gli esperti, il mese di gennaio è risultato essere il quinto più secco degli ultimi 65 anni.

Tuttavia, secondo gli esperti, si tratterà di una perturbazione di lieve entità. Già nel corso della giornata di oggi, arriveranno schiarite e così anche domani. "Domenica la giornata sarà in prevalenza soleggiata o con nubi irregolari in transito - ha spiegato Daniele Berlusconi, meteorologo di 3BMeteo.com - ma con clima freddo e gelate diffuse anche in pianura. Lunedì 14 febbraio invece farà il suo ingresso la prima vera perturbazione atlantica organizzata dopo un lungo periodo secco che riporterà precipitazioni più diffuse: stante le basse temperature che saranno presenti, i fenomeni potranno risultare nevosi sino a quote collinari, se non addirittura in pianura specie sulle province di Cuneo, Asti e Alessandria".

E con ogni probabilità la pioggia che vedremo di nuovo probabilmente lunedì, sarà un episodio occasionale. Sarebbe infatti in arrivo un nuovo fronte di clima stabile e asciutto: "Transitata la perturbazione di San Valentino, infatti, - conclude l'esperto - la tendenza è verso una nuova rimonta dell'anticiclone per un altro periodo in prevalenza asciutto anche nella seconda parte del mese di febbraio" .  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino si sveglia sotto la pioggia: acqua e neve non si vedevano dall'8 dicembre
TorinoToday è in caricamento