Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Meteo

Clima, Torino sempre più a rischio di ondate di calore e alluvioni

Le temperature nell'ultimo decennio si sono alzate di 2,5 gradi

Torino, secondo il report della Fondazione centro euro-Mediterranep (Cmcc) è una delle sei città italiane più a rischio per i disastri climatici. Insieme a Milano, Venezia, Napoli, Bologna e Roma, la città sabauda in futuro, vedrà ondate di calore e alluvioni sempre più frequenti. Che l'uomo sia l'artefice del dramma ambientale che stiamo vivendo e con cui dovranno avere a che fare soprattutto le prossime generazioni, è un dato di fatto. Disastro che inevitabilmente va a colpire le temperature, in netto aumento a livello globale.

Caldo in aumento 

Addio al Natale con la neve, alle gelate notturne e ai climi rigidi invernali insomma. Tra il 2011 e il 2020, a Torino città, l'incremento sulla colonnina del mercurio è stato di 2,5 gradi e secondo le statistiche più ottimistiche le temperature, entro fine secolo aumenteranno di altri 2 gradi. Se tra gli anni 60 e 90 il caldo faceva superare i 35 gradi circa 2 volte ogni tre anni, manifestandosi come evento eccezionale, oggi in estate i 32-33 gradi sono una situazione quasi nella norma e le ondate di calore con punte di 40 sono sempre più frequenti. L'11 agosto 2003 nel capoluogo piemontese si registrarono 39.7 gradi; il 28 giugno 2019 si arrivò a 42,3 gradi. 

Notti tropicali 

E non è solo un'impressione quando si dice che le notti d'estate sono diventate tropicali, con afa e umidità alle stelle, spesso sopra l'80%: è proprio così. Le nottate con temperature al di sopra dei 20 gradi, negli ultimi 10 anni sono diventate da 24 - nel trentennio 1960-1990 - a 46 all'anno. 

Piogge brevi ma intense

Le precipitazioni medie annuali sono rimaste costanti nel trentennio 1960-1990 ma sono aumentate dal 2011 ad oggi focalizzandosi soprattutto nei mesi estivi, quando si verificano fenomeni brevi ma di forte intensità che però non vanno a risolvere il problema della siccità e della secca dei fiumi, come possiamo vedere in questo periodo. L'aumento della temperatura per contro, causa lo scioglimento dei ghiacciai già all'inizio della primavera e i fiumi in piena non sono più un fenomeno tanto isolato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clima, Torino sempre più a rischio di ondate di calore e alluvioni

TorinoToday è in caricamento