Giovedì, 28 Ottobre 2021
Meteo

Eruzione del vulcano alle Canarie: polveri e ceneri in arrivo sul Piemonte e l'Italia

Ma gli esperti assicurano: "Nessun rischio per la salute"

L'eruzione del vulcano Cumbre Vieja nell'isola di La Palma alle Canarie va avanti, continuando a devastare abitazioni e causando l'evacuazione di migliaia di persone. Ed è già in viaggio verso l'Italia, secondo gli esperti di 3Bmeteo.com, la nube di materiali solidi originata dal fenomeno. Nel week-end alle porte, cenere, lapilli e gas vulcanici - composti da vapore acqueo, anidride carbonica e solforosa, cloro, fluore e azoto - spinti dalle correnti sud occidentali, si sono già spinti sulle coste nord africane e nel Sud della Spagna e sono diretti ora verso il Mediterraneo. Nelle prossime ore si porteranno su parte dell'Europa occidentale, verso il Nord, raggiungendo Francia, Regno Unito e parzialmente anche l'Italia. Anche il Piemonte potrebbe essere interessato dal fenomeno.  

L'anidride solforosa

Particolare interesse in questo miscuglio gassoso viene rivolto all'anidride solforosa "SO2", un gas tossico per inalazione e fin anche mortale se respirato a lungo in alte concentrazioni ma per fortuna presente in questa nube solo in piccole quantità. Il valore limite di concentrazione di anidride solforosa in atmosfera è fissato in 350μg/m3, ma la soglia di allarme si raggiunge quando le concentrazioni medie orarie superano il valore di 500 µg/m3 per 3 ore consecutive nell'arco della giornata. Secondo le previsioni, le concentrazioni nel Nord Italia non supereranno i 12μg/m3: si tratta di valori assolutamente innocui per l'organismo, persino minori di quelli prodotti in una giornata invernale dagli impianti di riscaldamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eruzione del vulcano alle Canarie: polveri e ceneri in arrivo sul Piemonte e l'Italia

TorinoToday è in caricamento