menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo in Piemonte, 90 cm di neve sulle Alpi: forte pericolo di valanghe

Nelle prossime ore, neve attesa anche in pianura

La perturbazione annunciata dagli esperti di 3bmeteo.it ha portato solo qualche fiocco a Torino, ma fino a 90 cm di neve fresca in montagna. Alto dunque il pericolo valanghe (grado 4 su una scala che arriva a 5) su tutto l'arco alpino piemontese, ad eccezione delle Alpi Lepontine, all'estremo nord della regione, dove il rischio è "marcato" (grado 3). L'allerta meteo è gialla in tutta la regione, tranne che nelle pianure e nel bacino dello Scrivia, in provincia di Alessandria.

E le perturbazioni non sono destinate ad esaurirsi a breve. Nelle prossime ore l'instabilità resterà ancora protagonista. L'aria fredda che alimenta la depressione, provenendo dalle latitudini artiche, seguiterà ad affluire su tutta Europa e a raggiungere le latitudini mediterranee, influenzando il tempo sull'Italia. All'estremo Nord Ovest e quindi sul Piemonte, il maltempo insisterà quindi nei prossimi giorni, con nevicate, tra stasera - lunedì 4 gennaio - e domani, a quota 200/300 mt ma possibili anche in pianura, più facilmente al pomeriggio. Le temperature massime non andranno oltre i 4°C, le minime oscilleranno tra 1 e 2°C. 

La giornata dell'Epifania il cielo sarà prevalentemente nuvoloso al mattino con progressive schiarite a partire da ovest al pomeriggio. Precipitazioni, anche a carattere nevoso al mattino tra pianura e zone pedemontane, in esaurimento al pomeriggio. La  parziale risalita della depressione dal Mediterraneo verso nord-nordest, ruotando il flusso in quota dai quadranti occidentali sul Piemonte, favorirà un miglioramento delle condizioni meteorologiche sulla nostra regione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento