menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incremento delle polveri sottili, Arpa: "E' colpa della sabbia del Sahara"

Una depressione meridionale ha portato l'aria africana sul Piemonte

Un incremento delle polveri sottili nell'aria negli ultimi due giorni dovuto alla terra rossa del Sahara. Non solo smog quindi su Torino e il Piemonte: ad affermarlo l'Arpa, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale che ha rilevato il fenomeno tramite gli strumenti di misura e di previsione. Il trasporto di polvere e sabbia proveniente dall'Africa che giovedì 23 gennaio, ha invaso in particolare il nord ovest d'Italia e la zona delle Alpi, pare sia dovuto alla depressione presente tra Spagna, Algeria e Marocco associata al flusso meridionale in quota. 

In particolare si sono registrati numeri insoliti ed elevati di Pm10 sull'arco alpino, in zone dove solitamente l'aria è  rarefatta. La stazione di Ceresole Reale situata nei pressi della diga, a 1620 mt s.l.m, ha rilevato un incremento notevole di polveri sottili che sono passate dai 5 microgrammi al metro cubo del 21 gennaio ai 47 microgrammi al metro cubo del 23 gennaio.

E in generale si è osservato un generale incremento anche a Torino e nell'area Metropolitana. In città la concentrazione di Pm10 è passata dai 56 microgrammi al metro cubo del 21 gennaio agli 85 del 23 gennaio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento