Giovedì, 24 Giugno 2021
Meteo

Allarme valanghe sulle nostre montagne, il rischio è 'marcato'

L'Arpa Piemonte raccomanda di concludere le escursioni prima delle ore più calde per evitare il distaccarsi di masse nevose

L'allarme è marcato (immagine di repertorio)

Sciatori fate attenzione: sulle Alpi piemontesi resta ancora "marcato", secondo l'Arpa, il pericolo valanghe, in particolare nelle ore centrali a causa del significativo rialzo termico e dei diffusi lastroni da vento.

Per la giornata di oggi, lunedì 26 dicembre, "permane la possibilità di sollecitare, già al passaggio del singolo sciatore, i lastroni presenti su molti pendii ripidi nei pressi di creste, canali, cambi di pendenza e nelle zone di passaggio da poca a molta neve, in particolare sui settori occidentali e settentrionali dove i venti da nord-ovest sono stati più intensi e persistenti". Per questo nelle ore più calde della giornata sono ancora possibili distacchi spontanei di valanghe "a debole coesione e a lastroni, anche di fondo al di sotto dei 1.800-2.000m, dai pendii ripidi non ancora scaricatisi, in particolare a ridosso di affioramenti rocciosi". L’instabilità, sempre secondo i tecnici dell'Arpa "aumenta rapidamente a causa delle temperature miti e del riscaldamento diurno, portando il grado di pericolo a 3-marcato su tutti i settori già nel corso della mattinata".

L'Arpa Piemonte, dunque, raccomanda di valutare attentamente le condizioni locali di pericolo e di concludere le escursioni per tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme valanghe sulle nostre montagne, il rischio è 'marcato'

TorinoToday è in caricamento