menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Peggiora il tempo a metà settimana, arriverà la neve ma sarà di debole intensità

Le previsioni per mercoledì 23 e giovedì 24 gennaio

Non arriverà nessuna nevicata da record o del secolo, ma solo una “spolveratina” magari più abbondante sul basso Piemonte. Correnti fredde nordorientali mantengono ancora per oggi e domani condizioni stabili sulla nostra regione, seppur con temperature rigide e locali foschie o nebbie sulle pianure nelle ore più fredde.

Secondo Apra mercoledì 23 gennaio la discesa di un freddo minimo polare dal mare del Nord verso il Tirreno porta un peggioramento del tempo, con neve di debole intensità, ma anche a bassa quota. Giovedì si caratterizza un minimo di pressione molto profondo sul Tirreno, ma il Piemonte verrà interessato solo marginalmente, con ancora qualche precipitazione nevosa sul sud della regione.

Neve su Torino

La Società Meteorologica Subalpina conferma la possibile nevicata di mercoledì 23 e giovedì 24 gennaio. La neve e/o il nevischio cominceranno dalla tarda mattinata di mercoledì e fino a sera in pianura scarsi o lievi depositi; tra la tarda serata e la notte su giovedì neve un pò più fitta con possibile deposito di circa 5 cm.; in seguito graduale diradamento e residuo nevischio. Sulla zona collinare neve o nevischio dalla tarda mattinata di mercoledì e fino alle 21 neve intermittente e possibile deposito sino a 2-5 cm. Dalle 21 di mercoledì alle 3 di giovedì possibili ulteriori 5-10 cm. sulla zona collinare. 

Riepilogo neve 23 e 24 gennaio

Mercoledì mattina deboli nevicate sui rilievi occidentali e meridionali, nel corso del pomeriggio progressiva estensione dei fenomeni, sempre nevosi e generalmente deboli, anche al resto della regione, con valori localmente moderati su Appennini, Alpi Liguri e relative zone pedemontane. Precipitazioni giovedì mattina deboli sparse, localmente moderate sul Cuneese. Quota neve al suolo sul settore meridionale e intorno ai 300 m su quello settentrionale. Nel pomeriggio generale esaurimento dei fenomeni.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento