Mensa scolastica: come fare richiesta al Comune di Torino

La Commissione mensa, le tariffe, l’Isee e le riduzioni

immagine di repertorio

Ogni giorno circa 40 mila bambine e bambini usufruiscono del servizio di ristorazione scolastica nei circa 350 plessi scolastici della Città, di cui 180 sono dotati di cucina nelle scuole. I pasti sono preparati ogni mattina in 4 centri di cottura e consegnati con una flotta di 50 mezzi. Sono circa 1000 gli addetti impegnati nel servizio.

Le commissioni mensa

Da diversi anni, sotto la mole, sono presenti le Commissioni Mensa, organi di rappresentanza composte dall'economo della scuola assieme a:

  • insegnanti; 
  • operatori;
  •  genitori.

Le Commissioni Mensa collaborano nel monitoraggio della qualità dei pasti e sulla modalità di erogazione del servizio. Hanno un ruolo di collegamento tra l’utenza e il Servizio di Ristorazione Scolastica, per esporre suggerimenti ed eventuali  reclami.  

Le tariffe e l’ISEE

Il pagamento della mensa scolastica a Torino avviene attraverso il Borsellino Elettronico.

Si può richiedere l’applicazione di una tariffa agevolata presentando la propria I.S.E.E: Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

La domanda può essere presentata con una delle seguenti modalità:

1)    compilandola on line collegandosi a questo indirizzo 

2)    recandosi presso un Centro di Assistenza Fiscale (C.A.F.) convenzionato con il Comune di Torino per l’invio di tale modulo. L’elenco dei C.A.F. convenzionati è pubblicato al seguente indirizzo  

Le tariffe mensili delle scuole materne di Torino

Le tariffe mensili, in base al ISEE,  variano da 39,00 a 157,00 euro e sono ridotte del 25% in alcuni casi in cui sono presenti più figli in età scolare. Le tabelle complete sono consultabili sul sito del Comune di Torino al seguente indirizzo.

Per i Nidi comunali e la Scuola dell’infanzia le tariffe devono essere pagate entro il giorno 20 del mese successivo a quello di fruizione del servizio.

Per la ristorazione scolastica nella scuola dell'obbligo la ricarica del Borsellino Elettronico per il pagamento dei pasti prenotati deve essere effettuata prima della fruizione, in modo da poter scalare dal Borsellino l’importo della tariffa relativa a ciascun pasto.

Come si presenta la domanda di tariffa agevolata

Per ottenere le tariffe agevolate dei nidi d’infanzia e/o della ristorazione scolastica le famiglie residenti in Torino devono compilare e presentare la domanda di tariffa agevolata denominata “Concessione di prestazioni Agevolate condizionate all’indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.) erogate dal Comune di Torino. (DTA).

Per i Nidi e le Scuole d'Infanzia, la domanda di tariffa agevolata deve essere presentata entro 15 giorni dalla data di accettazione del posto se l’accettazione avviene in corso d’anno scolastico. 

Covid-19: rimborso dei servizi non erogati causa delle misure emergenziali

Nel periodo di emergenza sanitaria in cui i servizi educativi non sono stati erogati a causa delle misure emergenziali per contrastare la diffusione del contagio da COVID - 19 (Coronavirus), le famiglie saranno interamente rimborsate per le prestazioni non usufruite e non pagheranno i servizi fino a quando non saranno riaperti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento