Coronavirus, fase 2: cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

Dal 4 maggio

immagine di repertorio

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con il DPCM del 4 maggio ha annunciato la fase 2 dell'emergenza Coronavirus nel corso di una conferenza stampa domenica 26 aprile 2020.

"Se ami l'Italia mantieni le distanze. Mai avvicinarsi e mantenere almeno un metro - ha spiegato Conte, invitando a tenere conto delle precauzioni anche in famiglia -. Un contagio su quattro avviene tra le mura domestiche. Nei prossimi mesi ci aspetta una fase complessa. Dobbiamo essere pronti ad intervenire in caso il contagio possa riprendere a correre in alcune aree del Paese. Nei prossimi mesi dobbiamo gettare le basi per la ripartenza del Paese. Sarà l'occasione per cambiare tutte quelle cose che non vanno da tempo".

Le principali novità scatteranno lunedì 4 maggio 2020 . Da quel giorno:

DPCM - FASE 2, Dal 4 maggio si potrà:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • rientrare presso il proprio domicilio o residenza;
  • svolgere attività sportiva individuale anche lontano da casa, ma si dovrà sempre rispettare la distanza sociale;
  • sarà consentito l'accesso ai parchi ed ai giardini pubblici rispettando le distanze e le prescrizioni di sicurezza. Restano vietati gli assembramenti;
  • saranno consentite le cerimonie funebri con la presenza simultanea di massimo 15 persone (parenti fino al secondo grado) con mascherine e distanze;
  • sarà consentita la ristorazione con asporto entrando uno alla volta. Il cibo dovrà essere consumato a casa o in ufficio.
  • riapriranno manifattura, costruzioni e commercio all'ingrosso. Nel DPCM saranno esposte in dettaglio le attività consentite.
  • ci si dovrà spostare sempre e solo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di assoluta necessità ovvero per motivi di salute. Gli spostamenti per incontrare congiunti saranno considerati necessari. Dovrà, però, essere rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento. Si dovranno utilizzare le mascherine. I congiunti potranno essere incontrati solo all'interno della propria Regione. 
  • La mascherina sarà obbligatoria nei luoghi al chiuso ma aperti al pubblico, inclusi i luoghi di trasporto. I bambini al di sotto dei sei anni non saranno soggetti all'obbligo. Sarà, inoltre, fissato un costo massimo per il costo delle mascherine.

DPCM FASE 2, dal 4 maggio sarà ancora vietato:

  • lo spostamento tra Regioni tranne che per motivi urgenti come quelli di lavoro;
  • chi ha la febbre oltre 37,5 dovrà restare a casa e avvertire il proprio medico;
  • la data prevista per l'apertura del commercio al dettaglio è il 18 maggio;
  • per l'apertura di bar, ristoranti, centri estetici e parrucchieri si ipotizza la data del 1giugno;
  • le scuole resteranno chiuse fino alla fine dell'anno scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento