Servizio oggetti rinvenuti, lo sportello che mette in contatto smarritori e ritrovatori

Il Comune di Torino, in via Meucci 4 ha uno sportello adibito al rapporto con utenti ritrovatori/smarritori, aperto il mercoledì dalle ore 9 alle ore 12 

Cellulari di tutte le marche, zaini, orologi, bauletti moto, set da golf, portafogli e borse con denaro. Questi sono alcuni degli oggetti che troviamo nell'elenco degli oggetti consegnati e non ritirati disponibile mensilmente nell'elenco degli oggetti perduti pubblicati all'albo pretorio in formato pdf.

Il Comune di Torino, in via Meucci 4, al piano terreno, ha uno sportello adibito al rapporto con utenti ritrovatori/smarritori, aperto il mercoledì dalle ore 9 alle ore 12. 

Il Servizio Oggetti Rinvenuti è adibito ad accogliere documenti ed oggetti smarriti sul territorio cittadino per risalire nel più breve tempo possibile al legittimo proprietario ed adoperarsi alla restituzione.

La Polizia Municipale, la Polizia di Stato, la Polizia Ferroviaria, Trenitalia, Italo, i Carabinieri, le Poste Italiane, AMIAT, GTT, i supermercati, i musei, ed  t cittadini ritrovatori, con la loro preziosa collaborazione diretta, consegnano all'Ufficio gli oggetti rinvenuti. 

Nel caso di ritrovamento di documenti e/o di oggetti, per i quali emerge il legittimo proprietario, viene inviata all’interessato, se residente nel Comune di Torino, una cartolina d’invito a presentarsi per il ritiro. Il ritiro comporta "la corresponsione da parte dell’interessato delle spese di custodia (da considerare per tutto il periodo di giacenza) che sono stabilite con apposita deliberazione e sono aggiornate applicando la variazione percentuale ISTAT".

Nel caso di ritrovamento di documenti  di persone non residenti nel Comune di Torino, viene trasmessa una lettera al Corpo di Polizia Municipale del Comune in cui risiedono i proprietari dei documenti, nella quale si elencano i nominativi ed i relativi documenti.

I documenti appartenenti a stranieri sono inviati ai relativi Consolati od Ambasciate.

Nel caso di ritrovamento di oggetti di valore, in assenza di indicazioni relative all’appartenenza, questi vengono conservati presso i locali dell’Ufficio Oggetti Rinvenuti in attesa che il proprietario si metta in contatto con l’Ufficio.
Al termine di ogni mese viene curata la pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune dell’elenco degli oggetti di valore pervenuti all’Ufficio in quel mese.

Dopo un anno, trascorso dall’ultimo giorno di pubblicazione all’Albo Pretorio, ma non oltre tre mesi da tale termine, la proprietà di tali oggetti, non reclamati dal proprietario, può essere richiesta dal ritrovatore. Il ritrovatore ha diritto, dopo averne fatto richiesta, ad un premio pari ad un decimo della somma o del prezzo della cosa ritrovata. 
Gli oggetti usati e privi di valore commerciale, dopo un periodo massimo di giacenza di 90 giorni sono distrutti redigendo apposito verbale.

Le tessere o i documenti che non hanno funzione legale identificativa vengono distrutti.

Sportello Servizio Oggetti Rinvenuti Città di Torino

Lo sportello del Comune di Torino adibito al rapporto con utenti ritrovatori/smarritori è aperto il giorno:  
Mercoledì  dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Presso : Via Meucci, 4 – piano terreno

Per informazioni telefoniche
il lunedì, martedì, giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
ai seguenti nn. telefonici:  011.011.30753 - 011.011.30624

Email: uor_comune@comune.torino.it                                                                                        
                            

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come sarà l’inverno in Piemonte? Arriva la neve a dicembre? Risponde il meteorologo di 3bMeteo

Torna su
TorinoToday è in caricamento