Capitale Verde 2022, la città di Torino è tra le quattro finaliste

Dovrà vedersela con Dijon, Grenoble e Tallin

Torino potrebbe essere nominata Capitale Verde Europea 2022. La città è infatti tra le quattro rimaste in lizza per aggiudicarsi il titolo, insieme a Dijon, Grenoble e Tallin. Il riconoscimento, assegnato ogni anno dalla Commissione Europea e conferito per il 2021 alla finlandese Lahti, premia l’impegno a tutelare e migliorare l’ecosistema urbano e a ridurre l’impatto dei cambiamenti climatici.

La giuria - composta da rappresentanti della Direzione Generale Ambiente in seno alla Commissione Europea, del Parlamento Europeo , dell’ Ufficio Europeo per l’Ambiente, dell’ ICLEI ( l’associazione di Città e Governi locali dedicata allo sviluppo sostenibile) e del Patto dei Sindaci -  ha esaminato i dossier presentati dalle 18 città candidate.

E oltre alle finaliste c’erano anche le due città italiane di Parma e Perugia; le polacche Gdańsk, Katowice, Cracovia e Poznań; le ungheresi Budapest e Pécs; poi Lione (Francia)  Belgrado (Serbia), Maribor (Slovenia), Murcia (Spagna), Sofia (Bulgaria) e Zagabria (Croazia) - sulla base di 12 criteri: adattamento ai cambiamenti climatici, mobilità urbana, gestione del suolo, natura e biodiversità, qualità dell’aria, inquinamento acustico, gestione dei rifiuti, gestione delle acque, crescita verde e innovazione tecnologica sostenibile, prestazioni energetiche e governance. 

A Lisbona verrà proclamata la vincitrice

A Lisbona, attuale Capitale Verde Europea, è prevista entro la fine dell’anno la cerimonia che proclamerà la città vincitrice, che si aggiudicherà insieme con il titolo di “European Green Capital Award 2022” anche 350mila euro con i quali avviare un programma di comunicazione, progetti ed eventi.

Si apre ora una seconda fase di valutazione, per la quale Torino – insieme alle altre città entrate nella rosa delle finaliste – dovrà presentare una strategia di comunicazione, sostenuta da piani d’azione, che descriva le attività che si intendono realizzare in caso di vittoria. A ottenere la proclamazione a ‘Capitale Verde Europea per l’anno 2022’ sarà la città che riuscirà a proporsi come modello di riferimento attraverso la comunicazione e la promozione di buone pratiche per la tutela dell’ambiente, che possano anche essere  fonte di ispirazione per le altre città.

“La Città di Torino intende fare leva sull’eventuale riconoscimento di European Green Capital - ha dichiarato l'assessore all'Ambiente Alberto Unia - per rafforzare ulteriormente il coinvolgimento di cittadine e cittadini nella scelta di comportamenti sempre più virtuosi - ancor più necessari nel momento di particolare contingenza che stiamo vivendo - convinti che è proprio in questa chiave che si possano vincere le sfide della sostenibilità e della resilienza, migliorando allo stesso tempo la qualità della vita e creando nuove opportunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • La "deviazione" costa oltre 10mila euro: multato un camionista diretto a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento