Monopattini: parte la sperimentazione su ciclabili, Zone 30 e Ztl centrale

Saranno sanzionati come "velocipedi"

Parte domani, mercoledì 13 novembre, la sperimentazione della micromobilità nelle zone 30 della città e sulle piste ciclabili. Aperta anche la Ztl centrale, vincolata anch'essa al limite dei 30 km orari mentre restano vietate, almeno per ora, le aree pedonali. Restano off limits anche i marciapiedi e i portici torinesi.

È terminato infatti il posizionamento della cartellonistica di segnaletica, prevista dal decreto ministeriale, all'inizio del centro abitato. "Overboard, monopattini, segway e nuovi mezzi - ha commentato l'assessora del Comune alla viabilità Maria Lapietra - circolano già da tempo e urgeva una regolamentazione. Da domani finalmente si parte".

Le regole da seguire

La sperimentazione si concluderà il 27 luglio 2021, ma quali regole dovranno rispettare i fruitori dei nuovi mezzi?
Innanzitutto non i mezzi dovranno avere il marchio CEE, in questo modo saranno dotati di regolatore di velocità - in modo da non superare i 20 km/h -, segnalatore acustico e dispositivi catarifrangenti.

Da mezz'ora dopo il tramonto a mezz'ora prima dell'alba, per tutto il periodo di oscurità e di giorno, quando le condizioni atmosferiche lo richiedono, i mezzi sprovvisti o mancanti dei dispositivi utili alla segnalazione visiva, non possono essere utilizzati ma dovranno essere condotti a mano.

Sui nuovi mezzi è severamente vietato trasportare una seconda persona, quindi anche i bambini. Inoltre monopattini, per essere considerati regolamentari, non dovranno avere il sellino. Il casco per chi guida non è obbligatorio ma vivamente consigliato, inoltre i minorenni dovranno munirsi di patente AM.

Le multe

Ma come verranno sanzionati gli utilizzatori di monopattini&C in caso di trasgressione delle regole? "Qualunque infrazione sarà multata - ha precisato Lapietra -. Sulle aree di sperimentazione, che sono le uniche dove i monopattinisti potranno circolare, si seguirà il regolamento dei velocipedi".

Dunque nessun dubbio interpretativo, come sottolinea l'assessora: "Le multe salate comminate nei giorni scorsi (che hanno scatenato la polemica e che hanno anche visto le dimissioni del comandante dei vigili Emiliano Bezzon, ndr), sono state evidentemente un accumulo di infrazioni. Multe che al momento sono state sospese, in attesa dell'ultima parola del ministero".

Il caso Bezzon

A proposito delle dimissioni di Bezzon, Lapietra ha aggiunto: "Mi è dispiaciuto per le dimissioni del comandante. Sicuramente avrei preferito affrontare le ultime decisioni insieme a lui".

Entro una settimana verrà reso noto il percorso amministrativo con il quale si deciderà il sostituto del comandante.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento