Quasi 5 milioni dal Governo per la sicurezza e la realizzazione di nuove piste ciclabili

In previsione nuovi assi ciclabili che colleghino Torino con la prima cintura

Cinque milioni di euro in arrivo per la città di Torino per nuove piste ciclabili e per rendere più sicura la mobilità attiva ed elettrica sul territorio. Lo scopo è quello di far crescere - completando la rete ciclabile identificata dal piano presentato lo scorso maggio - fino al 15% del totale, la percentuale di spostamenti in bicicletta. Le risorse, suddivise in due tranche per il 2020 ed il 2021, fanno parte dello stanziamento di 137,2 milioni destinati alle città Italiane per la realizzazione di percorsi ciclabili, interventi di moderazione del traffico e parcheggi per biciclette previsto nel Decreto proposto dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, che ha avuto il via libera ieri dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni-Autonomie Locali.

Le risorse verranno anche utilizzate per effettuare lavori di manutenzione e messa in sicurezza di alcune storiche piste ciclabili cittadine, quali corso Duca degli Abruzzi, corso Agnelli, corso Matteotti e corso Giulio Cesare; sostituiti i paletti metallici di corso Francia e realizzati stalli di sosta sul territorio cittadino con archetti per le biciclette private e aree per i mezzi in sharing, biciclette e monopattini.

"La Città di Torino - ha commentato l'assessora alla Mobilità, Maria Lapietra -, lavorando con il gruppo dei Comuni coordinato da Anci, impegnato sul fronte dell’ottenimento di importanti modifiche del codice della strada quali: la casa avanzata, il senso unico eccetto biciclette, “bike lane” e strade ciclabili, è riuscita ad ottenere insieme alle altre città italiane queste importanti risorse per continuare il lavoro di estensione della rete di percorsi ciclabili su tutto il territorio cittadino".  

Agli importi previsti nel provvedimento, si aggiungono 4,2 milioni di euro, da suddividersi tra le città sedi di un'istituzione universitaria, per consentire la progettazione e realizzazione di ciclostazioni e favorire l'intermodalità dei collegamenti tra i poli universitari e le stazioni ferroviarie. Un altro obiettivo è quello di fornire ai cittadini assi ciclabili veloci e sicuri per spostamenti casa-scuola e casa-lavoro in una scala anche metropolitana. Il Biciplan della Città di Torino infatti, in fase di revisione all’interno del nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile prevede inoltre un potenziamento dei collegamenti con i comuni della prima cintura, in parte progettati e realizzati grazie al coordinamento con la Città Metropolitana di Torino, destinataria  di 4,1 milioni di Euro di fondi governativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento