menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sauze d'Oulx, il comune regala il portacenere portatile ai fumatori

"Mozzichino" è un'iniziativa per salvaguardare l'ambiente

Sauze d'Oulx regala ai turisti il portacenere portatile per la salvaguardia dell'ambiente. E' un mese di tante presenze quello di agosto per la graziosa località di montagna delle alpi torinesi, con tanti escursionisti sui sentieri e con tanti visitatori a passeggio per il paese. Tra di loro, molti fumatori, e l'amministrazione comunale - con un occhio di riguardo davvero speciale per il territorio, nell'ambito della tutela dell'ambiente - ha pensato a un'iniziativa originale: omaggiare i turisti fumatori di un portacenere portatile.

“I turisti scelgono di venire in vacanza a Sauze d’Oulx - ha detto il sindaco Mauro Meneguzzi - perché qui si può ancora godere di un ambiente incontaminato, con passeggiate lunghissime nei nostri boschi, dove si possono ancora incontrare animali selvatici o mandrie al pascolo. Quest’anno più che mai per permettere a chi ha vissuto chiuso in città il periodo del lockdown abbiamo investito ancor di più nella manutenzione dei sentieri per consentire una fruizione massima del territorio. Frequentando noi stessi questi sentieri abbiamo riscontrato la presenza di mozziconi di sigarette in terra, lo stesso lo abbiamo verificato nei cubetti del nostro centro storico". 

Il portacenere in omaggio chiama "mozzichino", è stato personalizzato con il logo Snuvi di Sauze ed è distribuito gratuitamente, in modo capillare, presso i tabaccai e gli esercizi commerciali del paese. "Con 'mozzichino' - ha concluso il sindaco - ci auguriamo di veder diminuito e speriamo annullato, il numero di cicche in terra che sono un danno d’immagine, ma soprattutto sono un brutto gesto di poco rispetto per quella natura che invece dobbiamo amare incondizionatamente”. I fumatori ora non hanno più scuse. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento