Raccolta differenziata di carta e cartone, il Piemonte è una delle regioni più virtuose

L'area di Torino rappresenta la metà dell'intera raccolta regionale

Cresce nei piemontesi il senso di responsabilità nei confronti della tutela ambientale. La nostra regione, dati alla mano, è una delle regioni più attive e più attente alla raccolta differenziata di carta e cartone. I numeri parlano di  277.530 tonnellate recuperate e un pro capite di 62,6 kg: cifre ben al di sopra della media nazionale che si attestano intorno ai 56,3 chili per abitante.

Biella e Verbania in testa

L'indagine emerge dal 24° rapporto nazionale presentato nei giorni scorsi da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. L’area di Torino mantiene il primato in termini di volumi raccolti rappresentando, con oltre 140 mila tonnellate recuperate, circa la metà dell’intera raccolta regionale. Mentre le province che mostrano indicatori migliori sono quelle di Biella, con un pro capite che supera i 77 chilogrammi, e di Verbania poco sopra i 71 kg/ab.  Forte crescita per la provincia di Vercelli, che registra un +12,4% in volumi rispetto al 2017.

Un sistema regionale che funziona

I piemontesi sono dunque sempre più attenti a differenziare dagli altri materiali carta e cartone, che rappresentano quasi il 13% del totale dei rifiuti urbani raccolti nella regione. Questo grazie anche a un sistema di gestione efficace ed efficiente, capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo di carta e cartone. In particolare, in Piemonte sono presenti 27 piattaforme convenzionate per il riciclo e 6 cartiere.

“Il Piemonte - ha dichiarato Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco.m - ha una consolidata abitudine alle buone pratiche in tema di raccolta differenziata di carta e cartone coerentemente con le altre regioni del Nord Italia, un‘area che ha raggiunto nel complesso una solida maturità. L’impegno dei cittadini nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone si è tradotto in una crescita del 4,4% rispetto al 2017, grazie anche all’importante lavoro delle amministrazioni locali e all’impegno di Comieco, in grado di assicurare ai Comuni il ritiro delle proprie raccolte e il conseguente avvio a riciclo".

Situazione positiva anche a livello nazionale 

Ed ha concluso: "A fronte del materiale cellulosico proveniente da raccolta differenziata e dato in gestione al Consorzio nel 2018, Comieco ha riconosciuto circa 9,5 milioni di euro in corrispettivi economici ai 1.055 Comuni piemontesi in convenzione.”

A livello nazionale, il rapporto ha fotografato una situazione molto positiva: 3,4 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte nel 2018, con un aumento complessivo del 4%, pari a + 127.000 tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e 3 le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento