La movida torinese si fa sostenibile: arrivano i bicchieri riutilizzabili

Un progetto dii GreenTO

A Torino la movida diventa sostenibile. Bicchieri lavabili e riutilizzabili con il sistema del vuoto a rendere per i locali della movida di Torino. È questa l’idea dell’associazione torinese di promozione sociale GreenTO che è in crowdfunding sulla piattaforma Eppela. Plastic Free Movida, PFM, questo il titolo del progetto, vuole contribuire all’eliminazione dell’utilizzo della plastica monouso nei locali per eliminare una delle principali fonti di inquinamento del pianeta.

Un sistema già sperimentato 

Migliaia di bicchieri riutilizzabili verranno introdotti nella movida torinese prima dell'estate: "Acquisteremo e distribuiremo bicchieri rigidi e riutilizzabili dopo il lavaggio - si legge nella nota di presentazione del progetto - come attualmente avviene nella maggioranza dei Festival Europei e in molti paesi del Nord Europa. Molti bar in Italia lo stanno già facendo: a Napoli ad esempio, all'ex Asilo Filangieri, la birra viene servita solo in bicchieri di plastica dura non monouso, lavabili e riutilizzabili: al cliente viene chiesta una piccola cauzione che viene restituita quando si riconsegna il bicchiere".

Vuoto a rendere 

Come funziona il sistema del vuoto a rendere? Si può scegliere una tipologia di bicchiere tra quello da cocktail, da amaro o da birra e si deve versare una caparra di 1 euro che verrà restituita quando si restituirà il bicchiere. Il bicchiere si potrà restituire in qualunque locale che fuori abbia il logo PFM. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GreenTO nasce nell’autunno del 2015 al Campus Luigi Einaudi come associazione studentesca, un'idea che è nata dall'assenza della raccolta differenziata presso l'ateneo, introdotta solo qualche anno dopo grazie alla spinta di UniToGo, il Green Office dell’Università di Torino. Successivamente, GreenTO  ha deciso di affrontare anche altre tematiche: mobilità sostenibile, cibo ed energia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus Piemonte: 403 deceduti risultati positivi al virus, oggi morti anche due operatori sanitari

Torna su
TorinoToday è in caricamento