Venerdì, 22 Ottobre 2021
Green

Smog, i monopattini in sharing per misurare le polveri sottili: la proposta del Club

L'idea per una Torino più green

Usare i monopattini per misurare il livello di smog in città. Al momento è solo una proposta, ma chissà che in futuro non possa diventare realtà. L'idea, suggerita al Comune, arriva dal Club Monopattini Torino, un'associazione nata solo lo scorso novembre che già conta 1350 iscritti 

I mezzi elettrici dunque utilizzati come centraline mobili per il rilevamento delle sostante inquinanti nell'aria. Il progetto, nato nell'ottica di creare una Torino più green e di incentivare la mobilità sostenibile, è stato presentato in commissione consiliare e suggerisce di posizionare un misuratore di Pm10, Pm2,5 e CO2 all'interno dei monopattini in sharing per la misurazione puntuale della qualità ambientale. 

Gli stessi sensori potrebbero essere installati anche in future stazioni di ricarica per questi mezzi, sparse sul suolo urbano. "Sarebbe anche un modo - spiegano i rappresentanti del Club Monopattini - per evitare di mandare in giro i furgoni che recuperano i monopattini per ricaricarli, così da ridurre ulteriormente l'inquinamento. Inoltre potrebbero essere utilizzati come panchine, sistemandoli magari alle fermate dei mezzi pubblici, anche quelle in disuso, o nei luoghi di aggregazione. Potrebbero essere posizionati anche dai privati, magari nel cortile di un negozio o di un locale che voglia supportare questo tipo di mobilità"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, i monopattini in sharing per misurare le polveri sottili: la proposta del Club

TorinoToday è in caricamento