Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, trasporti per muoversi in città. Appendino: “Chi può utilizzi mezzi individuali sostenibili”

 

Lunedì 4 maggio inizia la fase 2 dell’emergenza coronavirus che significa anche Fase 2 dei trasporti. Giovedì 30 aprile la sindaca di Torino Chiara Appendino è tornata a rispondere alle domande dei cittadini e a illustrare l’immediato futuro della mobilità torinese.

Qual è il mezzo di trasporto più sicuro? L’auto privata o la bicicletta? Secondo quanto riferito dalla prima cittadina anche l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) tiferebbe per la bici quale mezzo meno a rischio di contagio. Di certo, come è già stato più volte ribadito, dal 4 maggio gli spostamenti andranno differenziati per tentare di ridurre l’utilizzo dell'auto privata in città (per una questione di gestione del traffico e ambientale) e dei mezzi pubblici.

La sindaca di Torino torna a dire: “Chi può utilizzi mezzi individuali sostenibili” facendo riferimento, prima di tutto, alle due ruote. Tra le sue proposte anche quella, per i dipendenti comunali, di far rientrare nell’orario di lavoro lo spostamento in bicicletta tra casa e ufficio.

Per la Fase 2 la Città di Torino ha messo in piedi un piano per la mobilità che comprende 80km di piste ciclabili e 2mila biciclette a pedalata assistita.

 Infine Appendino ha parlato delle iniziative che il Comune sta intraprendendo per aiutare i commercianti in merito alla questione dei dehors e delle tasse.

La Mobilità a Torino nella Fase 2

In tema di trasporti e mobilità, Chiara Appendino e l'Assessora Maria Lapietra oggi hanno risposto alle domande dei cittadini (video)

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento