menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bike Pride, in ventimila per le strade di Torino in bicicletta

In tantissimi hanno preso parte alla sesta edizione del Bike Pride. Con partenza in piazza Vittorio Veneto, i ciclisti hanno raggiunto - per poi tornare indietro - piazza d'Armi passando per corso Vittorio Emanuele II e corso Re Umberto. Un percorso di dodici chilometri

Ventimila torinesi sono scesi in bicicletta per le strade della città a sostegno della mobilità e della sicurezza stradale per i chi ogni giorno va sulle due ruote. La sesta edizione del Bike Pride ha avuto un'altissima partecipazione, complice anche il bel tempo che ha caratterizzato la giornata di domenica 7 giugno.

Dodici i chilometri percorsi dai partecipanti. Partiti da piazza Vittorio Veneto - e non più dal parco del Valentino come negli altri anni - i ciclisti hanno raggiunto piazza d'Armi passando per corso Vittorio Emanuele II e corso Re Umberto.

A inizio manifestazione erano presenti anche il sindaco Piero Fassino gli assessori Claudio Lubatti ed Enzo Lavolta. Quest'ultimo al "via" si è messo in sella al sua bicicletta e ha fatto tutto il percorso in mezzo ai ventimila.

Qualche giorno fa avevamo intervistato Angelo Catanzaro per il suo progetto hand bike sharing. Durante la Bike Pride Angelo ha fatto la "prima uscita" ufficiale con il nuovo mezzo utilizzabile da chi, come lui, ha difficoltà motorie. "Finalmente anche io posso prendere parte a questa manifestazione - ci ha detto lungo il percorso -. E' una bellissima sensazione stare in mezzo a tutte queste persone".

Qualche piccolo problema si è verificato lungo il tragitto e in particolare di fronte alla stazione di Porta Nuova a causa del blocco del traffico per permettere il passaggio delle biciclette. Nulla di grave comunque.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento