menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa rifiuti 2016, la Città approva le nuove tariffe

Il documento approvato in aula (23 voti a favore e 5 contrari) prevede agevolazioni per le famiglie a basso reddito

E' arrivato l'ok della Sala Rossa per le tariffe 2016 della Tassa comunale sui rifiuti (Tari), con una diminuzione dello 0,5% rispetto all’anno scorso. Per le utenze domestiche, la tariffa fissa va da un minimo di 1,30 euro/mq per anno (nel caso di nucleo familiare con unico componente) a un massimo di 2,12 (per nuclei familiari da 6 componenti in su). La tariffa variabile è stabilita da un minimo di 47,61 euro (unico componente) a un massimo di 244,00 euro (sei o più componenti).

Il documento approvato in aula (23 voti a favore e 5 contrari) prevede agevolazioni per le famiglie a basso reddito: 45% per i redditi Isee fino a 13mila euro, 30% fino a 17mila e 20% fino a 24mila.

Per le utenze non domestiche, la Tari 2016 varia da un minimo di 0,70 euro /mq per anno (box auto privato) ad un massimo di 140 euro/mq per anno (mercato all’ingrosso ittico). Tra i due estremi, una trentina di categorie intermedie, come i 6,72 euro/mq per anno dei locali adibiti ad ufficio o i 34,04 di ristoranti, pizzerie, birrerie.

Previste inoltre riduzioni sulle attività economiche, in specifico per gli ambulanti dei mercati con al massimo sei operatori avranno una riduzione del 30%. Sempre a proposito di mercati, tramite una riduzione fino al 30% della parte variabile della tariffa verrà incentivata la sostituzione dei contenitori in legno, carta e plastica con cassette riutilizzabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento