Green plasma safe, una soluzione per la gestione dei rifiuti Covid-19

Tecnologia innovativa concreta per il trattamento dei rifiuti, anche in futuro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

IRIS, basata nel distretto industriale di Torino, è una solida PMI specializzata nello sviluppo di processi tecnologici all'avanguardia. Fondata nel 2012 ha da subito investito in due direzioni: nello sviluppo di applicazioni industriali della tecnologia laser e plasma, destinate per la maggior parte al settore industriale in soluzioni di economia circolare su piccola scala per il recupero di risorse, acqua, energie e materie prime. In questo secondo ambito si inserisce l'ideazione del dispositivo Green Plasma Safe, nato da un percorso progettuale a livello europeo che ha visto IRIS in prima linea accanto ai più importanti istituti di ricerca.

Il trattamento, basato sulla conversione termochimica, è nato con l'obiettivo di trattare i rifiuti in luoghi isolati (rifugi, piccole comunità montane, imbarcazioni, contesti offgrid, ecc.) e ha allo studio l'applicazione su imbarcazioni per il recupero della plastica negli oceani, trattandola a bordo senza doverla riportare a riva, abbattendo costi di gestione e tempistiche (claim-h2020project.eu, progetto finanziato dalla Commissione Europea).

La soluzione proposta per il trattamento dei rifiuti contaminati è quindi l'adattamento di questo sistema ideato, progettato e brevettato da Iris che prevede l'utilizzo della tecnologia con plasma termico che consente di trattare su piccola scala rifiuti non recuperabili o speciali. Grazie alle alte temperature raggiunte (sino a 5000° C) e all'assenza di ossigeno, la frazione di rifiuto organico si trasforma in gas che, dopo essere stato filtrato e purificato da eventuali molecole nocive, può essere convertito in energia elettrica e calore (per alimentare ad esempio un veicolo elettrico).

In questo momento di emergenza legata al Covid-19, il trattamento dei rifiuti contaminati è un tema di primaria importanza, soprattutto in ragione del fatto che sono sorti ospedali temporanei, mentre negli esistenti permane un carico eccessivo. Inoltre centinaia di migliaia di persone si trovano in ricovero domiciliare, in quarantena o autoisolamento, costretti ad utilizzare, e poi smaltire, guanti, mascherine, garze e materiale infetto. Anche in questo caso la gestione non corretta di qualsiasi materiale entrato in contatto con il virus potrebbe portare ad un'ulteriore fonte di contagio e inquinamento ed è ciò che si vuole in ogni modo scongiurare.

La soluzione proposta da IRIS prevede la creazione di una piccola unità mobile che può intervenire laddove sia necessario, spostandosi a seconda delle esigenze. A seguire, questo modello può essere replicato per garantire la presenza di un numero maggiore di mezzi sul territorio, estendendo anche ad altre città il sistema. Green Plasma Safe consente di trattare carta, guanti, maschere, garze, compostabili, plastica e indifferenziati. Per il vetro e il metallo si prevede un trattamento separato, previa disinfezione.

“Siamo impegnati da sempre nello sviluppo di tecnologie che possano essere al servizio dell'ambiente e della società - commenta l'Ing. Manuel Lai, fondatore di IRIS - capaci di interpretare e raccogliere le sfide contemporanee, soprattutto sui temi della transizione verso l'economia circolare. In questo momento di emergenza e di cambiamenti radicali - prosegue Lai - abbiamo ritenuto di dare il nostro contributo rendendo disponibile la tecnologia che abbiamo sviluppato”.

Il Green Plasma Safe intende offrire una soluzione efficace e modulare per fronteggiare la situazione attuale, ma si pone soprattutto come innovativa tecnologia concreta per il trattamento dei rifiuti anche in futuro, quando l'emergenza sarà terminata, ma il problema dello smaltimento rimarrà uno dei temi più urgenti per la salute e la tutela del Pianeta, soprattutto nei piccoli centri, nelle comunità isolate, nelle strutture ricettive lontane dalle zone urbane e in tutti quei contesti dove si può recuperare materie prime ed energia, senza emissioni nocive, in un'ottica di economia circolare. https://www.irissrl.eu/

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento