menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza climatica, il Comune di Chieri lancia l'allarme con un mega cartellone all'ingresso della città

E dà il via a una campagna di comunicazione moderna e innovativa, anche sui social

Il comune di Chieri si schiera per e con l'ambiente. A partire da oggi, martedì 23 marzo, in via Vittorio Emanuele II, in area Tabasso, il tradizionale cartello "Welcome Chieri" sarà sostituito da un maxi-telone di 30 metri per 6, con la scritta "Come fai a non vederlo? Il cambiamento climatico è davanti ai nostri occhi e non possiamo ignorarlo!". 

Il grido d'allarme

"Facciamo nostro il grido -  commenta l’assessore alla Comunicazione, Antonella Giordano - di chi ci ricorda che siamo su un limite, sulla soglia di un baratro, e che non possiamo non vedere l’emergenza climatica, ognuno di noi è chiamato all’azione, a dare il proprio contributo, trasformando le cattive abitudini in buone pratiche ambientali  la dichiarazione dell’emergenza climatica è stata il primo atto della nostra amministrazione dopo l’insediamento. Abbiamo voluto sostituire il vecchio benvenuto che celebra i monumenti e le ricchezze del nostro patrimonio culturale, storico ed artistico, ormai totalmente logoro, con questo messaggio concreto e originale, di forte impatto, richiamando così l’attenzione di tutti sulla crisi climatica che non si può più far finta di non vedere". 

Obiettivo: informare

L'idea dell'amministrazione chierese è quella di portare avanti una campagna di comunicazione destinata a durare nel tempo. L'obiettivo è informare di come la crisi ambientale stia già colpendo molte persone in tutto il mondo, anche a seguito dei disastri naturali e dei fenomeni meteorologici estremi. E ancora, riportare testimonianze importanti che aiutino i cittadini a vivere in modo sostenibile e raccontare le buone pratiche che il territorio mette in atto a tutela dell’ambiente.

Chieri città 'green'

"Si tratta di una campagna comunicativa moderna e innovativa - ha proseguito Giordano -, frutto di un percorso partecipato che ha visto il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni giovanili più impegnate sul versante ambientale (Fridays for Future - Open Chieri - Don’t Plastic, Be Fantastic), in modo tale che si tratti di un messaggio orizzontale che vede il cittadino parlare al cittadino. Una campagna di comunicazione che non si limiterà al telone di via Vittorio Emanuele infatti, sul sito del Comune e sui canali social istituzionali Facebook e Instagram, verranno sviluppati i vari aspetti della crisi climatica (cibo, agricoltura, mobilità, giustizia climatica, energia, lavoro, industria, buone pratiche locali). In questo modo - ha concluso l'assessore - prendiamo come Comune una chiara posizione sull’emergenza climatica a favore di una società green, sensibilizziamo i cittadini e diamo l’opportunità ai giovani di dire la loro su temi dai quali dipende il loro futuro, sperando che altre città possano seguire il nostro esempio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento