rotate-mobile
Green Rivoli

Iniziativa per l'ambiente a Rivoli e dintorni: acquistare collettivamente un ettaro di bosco per restituirlo alla comunità

Con il crowdfunding si conta di raggiungere la somma anche per le centraline di monitoraggio dell'aria

Il coordinamento per la salvaguardia della collina morenica Rivoli-Avigliana lancia l'acquisto collettivo di un bosco ceduo di castagno di circa un ettaro che si trova nel territorio di Rivoli. L'iniziativa è partita a inizio gennaio 2022. "L’intero territorio della collina morenica - spiegano i promotori - è proprietà privata di diversi soggetti e l’idea di comprare collettivamente una parte di questi terreni per salvaguardarli e restituirli alla comunità nasce dall’esperienza del Truc Bandiera di Rivalta, che nel 2014 ha visto un
gruppo di cittadini finanziare l'acquisto di un primo appezzamento di bosco in collina morenica e da allora è diventato un esempio di gestione collettiva e luogo di relazione di diversi gruppi. Per l’acquisto del bosco è stata lanciata una campagna di crowfunding sulla piattaforma www.produzionidalbasso.com con l’obiettivo di raccogliere una parte dei circa 15mila euro necessari. Oltre a questi fondi e a quelli per le spese notarili per il passaggio di proprietà l’obiettivo è ottenere anche quelli per l’installazione di centraline per il monitoraggio dell’aria (circa 3mila euro ulteriori)".

Il progetto Boschi Liberi del coordinamento nel suo insieme, prevede una gestione naturalistica del terreno, realizzata con l'ausilio di esperti naturalisti e forestali, mirata alla conservazione delle specie arboree e arbustive presenti, l'eliminazione delle specie esotiche invasive per favorire il riequilibrio del bosco preesistente, la proposta di un modello replicabile anche sul resto della collina, per la valorizzazione di un ambiente molto frequentato per tutto l'anno sia da camminatori che da ciclisti, il monitoraggio ambientale e il controllo comparativo della qualità dell'aria tra la zona boschiva, quella cittadina e quella limitrofa alla tangenziale, la restituzione e l'apertura del bosco alla comunità, attraverso le attività proposte dalle associazioni coinvolte, per la scoperta dell’ambiente, come luogo di incontro e sperimentazione di gestione naturalistica, per percorsi formativi o semplici momenti ricreativi.

Per contribuire al progetto si può fare una donazione tramite la campagna di crowdfunding al link https://sostieni.link/30348, oppure
fare un versamento tramite bonifico bancario a Pro Natura Torino, sul conto Bancoposta (IBAN: IT43I0760101000000022362107), con la causale “donazione per progetto boschi liberi”. La campagna di crowdfunding finisce il 13 febbraio, l’atto finale di acquisto è fissato per fine aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziativa per l'ambiente a Rivoli e dintorni: acquistare collettivamente un ettaro di bosco per restituirlo alla comunità

TorinoToday è in caricamento