Comune, un accordo con Amiat e Conai per migliorare la raccolta differenziata

L'obiettivo è il 65% entro il 2020: al via una campagna di sensibilizzazione e meccanismi sanzionatori

L'obiettivo è il 65% di raccolta differenziata entro il 2020. E per raggiungerlo, migliorando non solo la quantità ma anche la qualità, la città di Torino, nella persona della sindaca Chiara Appendino, ha firmato un protocollo d'intesa con il Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) e l'Amiat.

Si punterà sull'informazione, con una campagna per rafforzare l'attenzione della cittadinanza sul tema, e sulla redazione di un piano pluriennale per la valorizzazione dei rifiuti urbani, con particolare attenzione ai rifiuti di imballaggio.

Potrebbe interessarti

  • Il ponte tibetano più lungo del mondo: l'avventura da non perdere a un'ora da Torino

  • La Giardiniera, l'antipasto alla piemontese

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento