Quarantena: 10 consigli per far giocare, imparare e divertire i bambini a casa

I suggerimenti dei pediatri

fonte foto: Freepik

"La vita è più divertente se si gioca". (Roald Dahl).  Il gioco è un bisogno primario dell'uomo. L'Accademia Americana di Pediatria, nelle sue ricerche più recenti, sostiene che il gioco andrebbe prescritto alle famiglie. Le attività ludiche, quindi, sono davvero importantissime. Hanno un contributo fondamentale per lo sviluppo celebrale, migliorano la capacità di apprendimento, limitano la tendenza a distrarsi. Quando i bambini giocano con i loro amici o con i genitori, infatti, sviluppano abilità sul piano sociale, cognitivo ed emotivo che favoriranno l'instaurarsi di relazioni sane.

Nel pieno dell'emergenza per il Covid-19 bisogna riuscire a conciliare le restrizioni con i bisogni dei più piccoli. In aiuto dei genitori arrivano i consigli della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) che, insieme a psicomotriciste e logopediste, fornisce una serie di suggerimenti utili per chi ha bimbi sotto i sei anni d'età. Vediamoli insieme.

Coronavirus, come far giocare i bambini in casa: i consigli dei pediatri

1) Raggruppare oggetti, infilare e usare le mollette: apprendere i primi concetti matematici come l'addizione e la sottrazione diventa semplice se si utilizzano oggetti d'uso comune come le mollette. O se si svolgono semplici attività come infilare i maccheroncini di pasta per realizzare collane e braccialetti, o fare mucchietti d'oggetti uguali. 

2) Fare nodi, nastri e fiocchi: disegnare una scarpa di cartone con dei buchi e insegnare ai bimbi ad allacciare le stringhe con un bel nastro colorato può essere un divertente (ed educativo) passatempo.

3) Palla, palline di carta, corda: tra fratelli, o tra genitore e figlio, giocare con la palla o con la corda stimola il movimento armonico, la socializzazione, la consapevolezza dell'ambiente circostante. E, se bisogna fare poco rumore, si può realizzare una pallina di carta e scotch.

4) Leggere le storie, ma in chiave nuova: se un bambino chiede che gli venga letta una storia, non solo va accontentato: è necessario anche leggergliela senza fretta, dando ai personaggi sfumature diverse, per rendere l'atmosfera ancora più magica.

5) Giocare con le scatole di cartone: casette, automobili, aeroplani, spade, elmi: con le scatole di cartone si possono realizzare tantissime cose! Bastano un paio di forbici, una colla e dei colori e... il gioco è fatto!

6) Ballare: il movimento e la danza insieme a mamma e papà stimolano i bimbi a muoversi in modo armonioso.

7) Cantare: da soli oppure con mamma e papà, imparare nuove canzoncine, scoprire le rime e canticchiare aumenta la proprietà di linguaggio e l'emissione di suoni corretti.

8) Chiedere il loro aiuto: che si carichi la lavatrice o si lavino i piatti, poco importa: chiedere ad un bimbo di stare vicino al genitore e di imitarlo favorisce la motricità fine e generale e la relazione interpersonale. Un ottimo sistema di apprendimento cognitivo ed emotivo.

9) Condividere le attività in cucina: spremere un'arancia, impastare la pasta frolla per i biscotti, preparare una polpetta, schiacciare una banana: i più piccoli possono svolgere tutte queste attività. E saranno super soddisfatti nel mangiare qualcosa di preparato da loro stessi!

10) Giocare a vestirsi: quando si va all'asilo o dai nonni, in genere è tutta una lotta contro il tempo. E, per fare prima, siamo noi a vestire i nostri bimbi. Perché non approfittare di questi giorni per far scegliere loro i vestiti, e stimolarli a metterli da soli?

fonte foto: Freepik

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo studio dell'Università di Torino, "la radiazione UV è in grado di neutralizzare direttamente il virus"

  • Quali sono i migliori licei di Torino? Li svela la classifica di Eduscopio

  • Scuole comunali di Torino, nuove assunzioni a tempo indeterminato: le figure ricercate

  • 'Che Impresa Ragazzi', gli studenti dell'Alfieri premiati per il miglior business plan italiano

  • Conoscenza dell'inglese: Torino seconda in Italia, ma il Bel Paese è lontanissimo dal podio: la classifica

  • #ioleggoperchè, l'elenco delle librerie torinesi dove donare un libro alle scuole: la mappa

Torna su
TorinoToday è in caricamento