Legionella, la ASLTO3 fa prevenzione, il primo appuntamento a Sestriere

Coinvolti gli operatori alberghieri della Via Lattea. Iscrizioni aperte

In Piemonte, dal 2003 al 2018, ci sono stati 1435 casi di legionellosi (1398 confermati, 37 probabili). Nel 2018 le centosettantacinque segnalazioni registrate nella nostra Regione corrispondono a un tasso di incidenza di 3,9 casi ogni 100.000, dato in linea con quello nazionale. Benché circa l’84% dei casi sia di tipo comunitario (vale a dire non riconducile a una specifica fonte di esposizione), un rilevante 10% è associato a viaggi.

Che cos'è la legionellosi

La Legionellosi, detta anche Malattia dei legionari, è un’infezione polmonare causata dal batterio Legionella pneumophila.
È stata identificata per la prima volta nel 1976, a seguito di una grave epidemia (221 persone contrassero questa forma di polmonite precedentemente non conosciuta e 34 furono i decessi) avvenuta in un gruppo di ex combattenti dell’American Legion (da qui il nome della malattia), che avevano partecipato ad una conferenza in un Hotel di Philadelphia, negli Stati Uniti. La fonte di contaminazione batterica fu identificata nel sistema di aria condizionata dell’albergo.

La legionella è un batterio presente negli ambienti naturali e artificiali: acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi, fanghi, ecc. Da questi ambienti essa raggiunge quelli artificiali come condotte cittadine e impianti idrici degli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine, che possono agire come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando una potenziale situazione di rischio per la salute umana.

L'attività di prevenzione dell'ALSTO 3

La realtà territoriale della ASLTO 3  include il comprensorio sciistico della Via Lattea, che registra più di settanta strutture alberghiere e una capacità ricettiva che sfiora i 6000 posti letto (quasi il 10% di tutta la disponibilità piemontese). Si tratta di un territorio, inoltre, che offre ai villeggianti sia la stagionalità legata al turismo della neve (quarantasei strutture con circa 4500 posti letto aperte solo nel periodo invernale), sia quella estiva, grazie alle ventiquattro strutture aperte tutto l’anno (circa 1200 posti letto).

A fronte di questi dati e forte di una specifica richiesta del Ministero della Salute che sollecita a incrementare la vigilanza per il controllo del rischio di legionellosi nelle strutture turistico-ricettive, la Struttura Complessa Igiene e Sanità Pubblica (SISP) dell’ASL TO3 ha deciso di promuovere un ciclo di incontri con i gestori di queste attività, volti ad affrontare tale rischio nell’ottica di condividere le modalità e i contenuti per la redazione dei piani di autocontrollo previsti dalle Linee guida del 2015 (Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi).

Il primo incontro, gratuito, si terrà in forma seminariale a Sestriere il prossimo 4 luglio 2019 presso Casa Olimpia (Sala conferenze comunale) dalle 9.00 alle 13.30 e vedrà coinvolti gli operatori alberghieri della Via Lattea.
L’obiettivo è quello di illustrare quanto introdotto dal 2017 a oggi dal legislatore regionale, con una serie di regolamenti diretti a disciplinare alcuni aspetti del settore turistico ricettivo, tra cui – ovviamente – quelli che hanno forte rilevanza igienico-sanitaria, come appunto il rischio legionellosi. Si inviteranno quindi i gestori a non trascurare tale rischio, informandoli che il SISP avvierà degli interventi finalizzati al censimento e alla raccolta dei piani di autocontrollo.
Successivamente – a inizio della stagione invernale – verrà programmata un’ulteriore giornata di formazione, nella quale si illustreranno l’analisi dei piani ricevuti e la loro verifica rispetto alla conformità di quanto indicato dalle Linee guida.

Programma 

  • Che cos’è la legionella, come si diffonde nell’ambiente, quali sono i rischi sanitari
  • La normativa regionale 
  • Le linee guida
  • Alcuni casi studio
  • Discussione, proposte per il futuro.

L’iniziativa, a cura della S.C. Igiene e Sanità Pubblica – Referente Dott. Enrico Procopio, sarà replicata nell’altro importante comprensorio sciistico presente nel territorio dell’ASLTO3, quello di Bardonecchia, ed infine estesa anche alla categoria extra-alberghiera delle attività turistico-ricettive (B&B, affittacamere, ecc.) e successivamente alle altre aree turistiche.

Materiale e iscrizioni

L’evento è gratuito, 70 i posti disponibili. Gli operatori alberghieri e qualsiasi altra figura professionale interessata (progettisti, installatori, manutentori e gestori di impianti idrosanitari e aeraulici) possono iscriversi, fino al giorno stesso, compilando il modulo raggiungibile al link
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeARAKoLh3fGrxbbtu8U8zUkbCsKZtNIUB6S9AZei5mRrq9zA/viewform
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperto il bando per il servizio civile, ci sono 46.000 posti. Tutti i progetti e come candidarsi

  • Trovate orme fossili di grandi rettili sulle Alpi Occidentali, nello studio c’è la firma di Unito

  • Creazione auto del futuro, trionfa la 'Piemontesina' che incarna la bellezza e il romanticismo di Torino

  • Scuole superiori, 7 consigli per scegliere l'indirizzo giusto

  • Ricerca Applicata in Data Science e Impatto Sociale, 8 borse di studio da 23.000 euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento