Eventi

Via Francigena For All, percorsi inclusivi per tutti e a Palazzo Madama c'è una mostra

Pubblico e privati hanno lavorato insieme per la realizzazione dei progetti

Una strada antica, piena di storia, bellezze e natura: la Via Francigena sarà  protagonista, nei prossimi mesi, di due iniziative da non perdere. Si tratta della mostra "In cammino. La porta di Torino: itinerari sindonici sulla Via Francigena" (13 luglio-10 ottobre), a cura della Fondazione Carlo Acutis a Palazzo Madama e di Via Francigena For All "Percorsi di turismo accessibile e inclusivo", della Regione Piemonte.

Percorsi inclusivi 

Relativamente a quest'ultimo progetto, tra le attività in corso di realizzazione ci sono la formazione per gli operatori turistici, la mappatura degli itinerari per valutarne l'accessibilità, la realizzazione di pannelli multisensoriali, l'acquisto di ausili per le attività di accompagnamento e montagna terapia, l'attivazione di tirocini extracurriculari per disabili.

" In molti hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto - ha detto l'assessore Vittoria Poggio -. Un percorso straordinario quello della Via Francigena ed è un orgoglio grande quello di aver reso inclusive le visite. Sono state realizzate delle mappature, è stato fatto un lavoro mirato, serio e puntuale affinché tutti , anche chi ha fisicamente delle difficoltà, possano partecipare attivamente e scoprirla".

"Tutti gli attori del territorio sono stati coinvolti - ha detto l'assessore Chiorino - Parliamo di arte, cultura, spiritualità, inclusione: tutti aspetti che compongono un solo concetto, la bellezza a 360 gradi. E, proprio per tutti questi motivi, la realizzazione del progetto della Via Francigena For All è motivo di orgoglio per la Regione Piemonte.

La mostra a Palazzo Madama da luglio a ottobre

In Cammino, la mostra allestita a Palazzo Madama e nella Corte Medievale vuole far riflettere sul tema del pellegrino - colui che si muove per la salvezza materiale, del corpo e dello spirito -, mettendo in risalto la Via Francigena e la sua storia, con particolare attenzione ai cammini sindonici.

È una straordinaria esposizione di opere semplici, strutturate in quattro sezioni , ognuna con un tema specifico: i lavori di giovani artisti italiani ormai conosciuti a livello internazionale; i materiali video appositamente realizzati a illustrare la Via Francigena e gli itinerari sindonici; una grande mappa interattiva che evidenzia i cammini del progetto "Via Francigena For All" e infine le fotografie delle decine di sindoni affrescate sulle pareti esterne di edifici collocati lungo i cammini del Piemonte. 

 "La Via Francigena - ha dichiarato Massimo Broccio presidente Fondazione Torino Musei -, nota fin dal VII secolo, divenne in Piemonte lo snodo centrale delle grandi vie di fede. Fu un canale che favori l'unità culturale dell'Europa del Medioevo, ma anche lo sviluppo dei grandi centri. Il ruolo della mostra è anche quello di mettere in evidenza  il ruolo di Torino e del Piemonte come porta di ingresso dell'intera penisola. Interessante, poi, lo spunto della mostra sul tema pellegrinaggio: in questo mondo iper connesso l'esposizione ci aiuta a riflettere su aspetti dell'esistenza piu umani e spirituali".

La Via Francigena in Piemonte 

L'itinerario della Via Francigena,  percorsa in passato da migliaia di fedeli, ha una lunghezza di circa 650 chilometri, coinvolge 107 comuni, cinque province (Torino, Vercelli, Biella, Asti e Alessandria) e quattro parchi naturali.

Quattro in particolare i percorsi: “Via Francigena di Sigerico” ( territorio Morenico Canavesano); Via Francigena della Valle di Susa (il tratto Monginevro – Arles si collega con il Cammino di Santiago di Compostela); Torino-Vercelli;  da Torino alla Liguria, attraverso i territori di Asti ed Alessandria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Francigena For All, percorsi inclusivi per tutti e a Palazzo Madama c'è una mostra
TorinoToday è in caricamento