"Un uomo deve essere forte", il documentario all'Ambrosio Cinecafè di Torino

Mentre prosegue il suo percorso nel circuito internazionale dei festival, arriva finalmente in sala "Un uomo deve essere forte" di Elsi Perino e Ilaria Ciavattini: il primo film documentario a raccontare, in Italia, una transizione FtoM lungo tutta la durata del percorso. Le registe scelgono Torino per presentare al pubblico per la prima volta il loro film: la città dove si sono formate e hanno iniziato a lavorare insieme. La proiezione è prevista alle 21 all’Ambrosio Cinecafè. Le registe saranno in sala a introdurre il film.

Chi è Jack? Sono io, la mia persona. Guardami, si può fare tutto quello che si vuole.

Jack Tarullo

Jack è un ragazzo, come tanti. Ha poco meno di trent’anni - e va bene che in realtà ti sembra un ragazzino - ma quello sguardo sorridente, in un lampo, te lo dice con fermezza che sta per diventare un uomo. L’uomo e la persona che vuole essere. Nonostante la vita nella provincia intorpidita, che fa i giorni tutti uguali nella sua routine ottusa. Dove ti sembra che niente può succedere, ma dove allo stesso tempo puoi sentirti più protetto.

Ma Jack è di più. Originario della Val Trompia, in provincia di Brescia, Jack è nato con caratteri sessuali femminili, e dal 2015 sta compiendo un percorso di transizione per conformare il suo corpo a quello che ha sempre sentito di essere: un uomo. Nella quotidianità di molti, fatta di lavori saltuari, amici del bar e pochi svaghi, Jack si interroga su cosa significhi essere un uomo e su che tipo di uomo essere. Lo fa nel corpo e al di là del suo corpo, cercando un accordo nella dualità tra il dentro e il fuori, ancor più complesso nella sua esperienza. Con disarmante naturalezza, Jack ci racconta una storia di trasformazione, ma ancor prima di formazione. Il suo cammino è personale, ma la sua ricerca di un'identità, per rispondere alla domanda – chi sono? – è quella di tutti noi, indipendentemente da quale sia la risposta.

Un uomo deve essere forte è l'esordio alla regia per Ilaria Ciavattini e Elsi Perino. E’ il primo film documentario in Italia che racconta una transizione FtM lungo la durata del percorso, mostrando col corpo e sul corpo la potenza di uno stravolgimento prima di tutto identitario. Il progetto infatti è in lavorazione da novembre 2015, quando Jack ha iniziato il suo cambiamento: assunzione degli ormoni, iter legale per la richiesta di cambio dei dati anagrafici e autorizzazione alle operazioni. La regia di Ciavattini e Perino, anche quando lo sguardo della camera si posa sul corpo di Jack, ci restituisce con immediatezza e candore la spontaneità del cammino di crescita intrapreso dal protagonista. A settembre 2017 il tribunale di Brescia ha definitivamente sentenziato la sussistenza della condizione di transessualismo in Jack, che ha potuto così cambiare i propri dati anagrafici e i propri tratti sessuali: Jack è un uomo per tutti, ora lo è anche per lo Stato.  

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Nuove date per il XXI° Sottodiciotto Film Festival

    • Gratis
    • dal 5 dicembre 2020 al 11 dicembre 2021
    • Cinema Massimo
  • Histoire(s) du cinéma, al via la rassegna al Cinema Massimo

    • dal 30 settembre 2020 al 3 febbraio 2021
    • Cinema Massimo
  • Cinebarrito Ambiente 2020, al via la quarta edizione

    • Gratis
    • dal 18 ottobre al 6 dicembre 2020
    • Barrito

I più visti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna
  • A piedi o in bici sul Sentiero Ritrovato: si parte da Chiusa San Michele

    • dal 4 maggio al 30 novembre 2020
    • Borgata Bennale
  • Ha riaperto Casa Lajolo: al via anche le visite guidate

    • dal 31 maggio al 31 dicembre 2020
    • Casa lajolo
  • Fase 2, la Palazzina di Caccia di Stupinigi riapre al pubblico

    • dal 26 maggio al 31 dicembre 2020
    • Palazzina di Caccia di Stupinigi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento