“Troppe arie”, il Trio Trioche a Casalborgone

“Troppe Arie”,Trio Trioche. Trio Trioche nasce dall’esigenza di utilizzare un linguaggio in cui si fondono il teatro fisico, il clown e il virtuosismo vocale e strumentale. Tutto viene comunicato senza l’ausilio della parola, attraverso la musica ed i gesti, permettendo così d’interagire con il pubblico per mezzo di un codice universalmente riconoscibile dove le più belle arie d’opera e i brani più conosciuti della musica classica vengono interpretate, riarrangiate e dissacrate in maniera assolutamente originale.

Il loro primo spettacolo, Troppe Arie, è adatto in Italia e all’estero per un pubblico di tutte le età. Grazie alla versatilità del linguaggio utilizzato il Trio si esibisce in diversi contesti quali teatri, circhi, teatro di strada e teatro ragazzi, rassegne e festival di musica. Info e prenotazioni: 3382000758; teatrosancarlo@comune.casalborgone.to.it; 340.8906527
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • splendido spettacolo in una splendida location

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • TorinoDanza Festival, al via l'edizione 2019

    • dal 11 settembre al 26 ottobre 2019
    • Varie location
  • "L'attimo fuggente" inaugura la stagione al Teatro Superga: è la prima volta in Italia

    • 24 ottobre 2019
    • teatro superga
  • "The full monty" al Teatro Colosseo

    • dal 17 al 20 ottobre 2019
    • Teatro Colosseo

I più visti

  • "Torino noir", un viaggio nell'anima oscura della città

    • dal 8 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino Noir
  • Festival dell'Innovazione e della Scienza a Settimo Torinese

    • dal 12 al 19 ottobre 2019
    • Varie
  • Torino Magica, alla scoperta della tradizione esoterica della città

    • dal 21 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino
  • "Dal grano al pane, tra forni e mulini" nelle valli Sangone, Pellice e Susa

    • dal 9 marzo al 10 novembre 2019
    • valli Sangone, Pellice e Susa
Torna su
TorinoToday è in caricamento