menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Trans Freedom March 2019, la marcia in centro città in ricordo delle vittime di transfobia

Da piazza Vittorio a piazza Castello. Tanti gli eventi collaterali

Una marcia da piazza Vittorio Veneto a piazza Castello per commemorare le vittime di transfobia. Domenica 17 novembre, Sunderam Onlus-Identità Transgender Torino e il gruppo Fuori dai Binari, in collaborazione con Casa Arcobaleno, Divine Queer Film Festival e Unione Culturale Franco Antonicelli, organizzano come di consueto la Trans Freedom March. Un evento programmato in concomitanza con il Transgender Day of Remembrance del 20 novembre, una ricorrenza che commemora le vittime dei pregiudizi, dell’odio e delle violenze nei confronti delle persone trans MtoF (male to female), FtoM (female to male) e non binarie. 

 L’Associazione Marco Pannella di Torino, insieme a una delegazione di rappresentanti del Partito Radicale, parteciperà alla manifestazione. Saranno presenti anche i membri del Consiglio Generale del Partito Radicale, Sergio Rovasio e Mario Barbaro.

Il sostegno del Comune

Per la prima volta, la marcia è organizzata interamente da persone trans e intersex, con l’obiettivo di rivendicare spazi e autodeterminazione. In occasione del 50° anniversario dei moti di Stonewall, l’evento è dedicato alla memoria delle attiviste Marsha P. Johnson e Sylvia Rivera. La Trans Freedom March e le iniziative collaterali si svolgono con il patrocinio della Città di Torino e proprio nella giornata di ieri, martedì 12 novembre, la sindaca Chiara Appendino e l’assessore Marco Giusta hanno incontrato una delegazione dell’associazione Sunderam Onlus per dimostrare il loro sostegno alla manifestazione.

Il percorso 

La partenza è prevista per le 16 in piazza Vittorio Veneto, all'angolo con via Po, con la presenza dei rappresentanti delle istituzioni, accompagnati dalla musica di The Fabulous Clochards per tutta la durata della marcia. Dopo il percorso lungo via Po, la voce della soprano Ahava Katzin accompagnerà l’ingresso della manifestazione in piazza Castello, scaldata dalla musica di dj Tischy Mura, ospite per la quinta volta alla Trans Freedom March. Al termine, in piazza verranno letti i nomi delle vittime di transfobia. In seguito, il Concerto dal Balconcino accompagnerà le persone verso la fine della manifestazione. (Clicca qui per avere info sui mezzo di trasporto in zona)

Gli eventi collaterali

E non mancherà un ricco contorno. Sabato 16 novembre 2019 alle 17.00 a CasArcobaleno di via Lanino si svolgerà il dibattito "La favolosa rivoluzione" mentre a seguire, alle 19.30, è in programma "Amarcord – l’aperitivo sui generis!", un aperitivo di raccolta fondi per sostenere la Trans Freedom March di quest’anno. (Accesso libero previa prenotazione a info@fuoridaibinari.it).

Nella giornata di domenica, alle 19 all’Unione Culturale Franco Antonicelli in via Cesare Battisti, aperitivo e film di auto-finanziamento della marcia. Verranno infatti proiettati i lungometraggi "Screaming Queens" e "Off Brooms", finalisti dell’ultima edizione del Divine Queer Film Festival.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento