Venerdì, 22 Ottobre 2021
Eventi

Torino protagonista alla Shenzen Design Week in Cina

A inaugurare la kermesse l'assessore Marco Giusta

Torino protagonista in Cina. Da oggi, venerdì 20 aprile, prende il via, nella città cinese, ormai riconosciuta capitale internazionale del design e dell’innovazione e gemellata con il capoluogo piemontese, la Shenzhen Design Week.  Per Torino, nominata World Design Capital nel 2008 e insignita del titolo Città Creativa Unesco per il Design nel 2014, il design è una delle chiavi per lo sviluppo economico e sociale, oltre a essere un fattore strategico per la configurazione delle politiche urbane. In sintonia ovviamente con gli immancabili valori di sostenibilità e condivisione delle scelte, divenuti approcci prioritari nel creare nuove opportunità di crescita economica e culturale. 

Italia ospite d'onore

È questa la ragione della presenza istituzionale torinese nella città asiatica. Alla sua seconda edizione, la Shenzhen Design Week è peraltro considerata uno degli eventi più importanti organizzati in Cina in materia di design e l’Italia sarà quest’anno il Paese ospite d’onore. La partecipazione italiana si svilupperà per tutta la settimana attraverso un ciclo di conferenze, seminari e workshop e prenderà la forma di un padiglione di circa 1.300 metri quadrati: con allestimento progettato dall’Italian Designers Association (IDA) con base a Shenzhen, la curatela generale e i contenuti scientifici del padiglione sono stati affidati al Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. L’attività è stata condotta attraverso la base che il Politecnico ha aperto in quest’area nel 2015, il ‘South China- Torino Collaboration Lab’, nato dalla collaborazione del Politecnico con la prestigiosa South China University of Technology.

Un padiglione dedicato

Il tema del padiglione, che rimarrà aperto dal 20 aprile al 4 maggio, è "Da micro a macro: designer italiani nel sud della Cina": dal progetto di un cucchiaio fino a quello delle città contemporanee, il padiglione vuole offrire una prospettiva tutta italiana del design, che mira a migliorare la progettazione di singoli micro oggetti che possano essere interattivi e correlati all’interno di un sistema più ampio. I progetti, tutti di designer italiani, si sviluppano secondo diverse scale e si dividono in quattro grandi tematiche: Object & Fashion, Interiors & Furniture, Architecture e Urban & Territorial Planning. Inoltre, l’evento vuole evidenziare la forte “presenza italiana” sul territorio cinese di professionisti italiani attivi nel campo del design.

Presente anche il Politecnico

Il padiglione e la manifestazione saranno inaugurati dall’ambasciatore d’Italia in Cina, Ettore Sequi; presente anche Marco Giusta, presidente del GAI (Giovani Artisti Italiani), assessore alle politiche a sostegno di Torino Città Universitaria e alle politiche giovanili per il Comune di Torino, gemellato con la città di Shenzhen, ed Emilio Agagliati, direttore della divisione Cultura della Città di Torino. Per il Politecnico di Torino ci saranno anche Michele Bonino, delegato del Rettore per le Relazioni con la Cina, e Paolo Mellano, Direttore del Dipartimento di Architettura e Design. Il 22 aprile si svolgerà inoltre l’Italian day, giornata dedicata alla riflessione sul design italiano nei suoi rapporti con la Cina: curato anch’esso dal Politecnico di Torino, l’evento vedrà intervenire tra gli altri Ole Bouman, critico di architettura e design di fama mondiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino protagonista alla Shenzen Design Week in Cina

TorinoToday è in caricamento